Skip to main content

Welsh Corgi Cardigan: il cane veloce con zampe corte

Silvia Capelli Scritto da Silvia Capelli Ultimo aggiornamento Gennaio 4, 2024

guida completa sul Welsh Corgi Terrier: aspetto, carattere, salute, storia, alimentazione, toelettatura e molto altro

Benvenuti nel mondo incantevole del Corgi Cardigan, un cane che non solo cattura i cuori con la sua personalità affettuosa, ma affascina anche con la sua storia e le sue caratteristiche fisiche distintive. 

In questo post, esploreremo le qualità uniche di questa razza antica, che vanta un’eredità ricca e una presenza affascinante. 

Con il suo corpo allungato, le orecchie grandi e attente e il mantello folto e variegato, il Corgi Cardigan è un vero spettacolo per gli amanti dei cani di piccola taglia. 

Nonostante le sue dimensioni ridotte, questo cane robusto e agile ha una presenza che supera di gran lunga la sua statura. 

Unitevi a noi mentre immergiamo nel mondo del Corgi Cardigan, scoprendo perché questa razza continua ad essere un favorito tra gli amanti dei cani.

Storia del Welsh Corgi Cardigan

Le radici storiche del Welsh Corgi Cardigan sono avvolte nel mistero, ma si ritiene che questi cani discendano da razze canine nordiche. 

Appartengono infatti alla famiglia degli Spitz, un gruppo canino noto per il muso affilato, l’aspetto simile a quello di una volpe, orecchie dritte e una coda portata alta. 

Tra i possibili antenati del Corgi ci sono il Vallhund svedese, il Buhund norvegese e lo Schipperke.

Le teorie più accreditate suggeriscono che i Corgi siano stati introdotti in Galles dai Vichinghi nel IX secolo, durante i loro tentativi di conquista del territorio Britannico. 

Un’altra ipotesi è che siano stati i fiamminghi a portarli in Gran Bretagna intorno al 1100.

Ma la razza potrebbe essere molto più antica, in quanto interessanti ritrovamenti archeologici in Inghilterra meridionale hanno rivelato la presenza di cani a zampe corte nelle tombe di popolazioni nomadi di oltre 2000 anni fa.

Indipendentemente dalle loro origini precise, il Corgi Cardigan moderno è indubbiamente un prodotto della cultura e dell’allevamento britannico. 

Gli allevatori gallesi presto scoprirono la poliedricità di questa razza, utilizzata non solo per la conduzione e il recupero del bestiame, ma anche per la caccia ai roditori e come efficace cane da guardia, nonostante le sue ridotte dimensioni e le zampe corte.

Questa razza originaria si divideva in due varianti: l’antenato del Welsh Corgi Pembroke, influenzato dallo Spitz con una coda naturalmente corta nel Sud, mentre nel Nord era maggiormente diffuso l’antenato del Cardigan, più simile al Teckel (antenato anche del Bassotto, con una coda lunga e folta).

Con il tempo, l’uso del Corgi come cane da pastore diminuì notevolmente. La sua abilità innata di mordere i talloni del bestiame era efficace nel controllo delle mucche, ma meno adatta per le pecore. 

Con la transizione da mandrie di bovini a greggi di pecore, gli allevatori iniziarono a preferire cani più grandi e meglio adattati al movimento delle pecore, riducendo così il ruolo del piccolo Corgi nell’allevamento.

Nel 1920, il Corgi fu riconosciuto dal Kennel Club britannico. Sfortunatamente, il Kennel Club registrò i Welsh Corgi Pembroke e i Cardigan come una singola razza. 

Questo permise l’incrocio tra le due varietà, creando una confusione genetica che alterò notevolmente i futuri standard di razza. 

Inoltre, in quel periodo, ci fu molto disaccordo tra gli appassionati di entrambe le razze, poiché i giudici tendevano a preferire una razza rispetto all’altra, causando notevole insoddisfazione nelle esposizioni canine. 

Fu solo nel 1934 che il Kennel Club decise di correggere l’errore e di separare le due razze, ma poiché proprio l’anno prima Re Giorgio VI acquistò un cucciolo di Welsh Corgi Pembroke per regalarlo alla Figlia Elisabetta, futura Regina d’Inghilterra, fu il Pembroke ad acquistare una grande notorietà, lasciando il Cardigan nell’ombra.

I primi due Welsh Corgi Cardigan furono importati negli Stati Uniti nel giugno del 1932. 

La capostipite della prima linea di sangue americana fu una femmina di nome Cassie, di colore non standard, bianca con macchie brindle.

Il riconoscimento della razza arrivò nel 1936. Da allora la razza Welsh Corgi Cardigan ha guadagnato riconoscimento e popolarità, grazie agli sforzi di allevatori e appassionati che hanno lavorato assiduamente perché venissero preservate le sue qualità uniche e il suo fascino.

Welsh Corgi Cardigan: il cane veloce con zampe corte in breve

Buono con i bambini 78%
Amichevole con gli animali 59%
Protettivo 74%
Facile da addestrare 88%
Ha bisogno di esercizio 90%
Amichevole con gli sconosciuti 62%
guida completa sul Welsh Corgi Terrier: aspetto, carattere, salute, storia, alimentazione, toelettatura e molto altro

Curiosità sul Welsh Corgi Cardigan

  1. Il nome Corgi classifica la razza come molto antica, e potrebbe avere vari significati: potrebbe derivare da una razza autoctona Gallese chiamata Cur Dog (cane da lavoro), o più probabilmente dal termine cor-ci, o meglio Kur-ci, che in antico Gallese significava “cane nano”. Oppure potrebbe derivare dal termine gallese  curgi, che significa “vegliare”. Welsh è semplicemente la traduzione inglese di Galles.
  2. Le leggende gallesi offrono una prospettiva piuttosto affascinante riguardo all’origine dei Corgi. Si narra che durante la notte, Fate ed Elfi cavalcassero questi piccoli e magnifici cani in battaglia, e li utilizzassero anche per trainare i loro carri. Una delle caratteristiche distintive del mantello dei Corgi supporta questa teoria: i lati di alcuni Corgi presentano una colorazione leggermente diversa che può assumere una forma simile a una sella, che gli appassionati della leggenda sostengono essere il marchio lasciato loro dalle creature fatate.

Carattere del Welsh Corgi Cardigan

Il Welsh Corgi Cardigan, con le sue origini antiche e il suo carattere distintivo, è un cane che incarna un mix unico di fascino e funzionalità. 

Questa razza, meno conosciuta rispetto al cugino Pembroke, vanta una storia ricca e un temperamento che lo rende un compagno ideale per diverse tipologie di famiglie.

Il Cardigan è un cane che esprime un forte senso di lealtà e protezione verso la sua famiglia. Questo lo rende un ottimo guardiano domestico, sempre attento e vigile. 

Nonostante la sua natura protettiva, il Cardigan mostra una grande dolcezza e pazienza con i bambini, caratteristica che lo porta a diventare un membro amato e fidato all’interno delle famiglie.

Rispetto agli estranei, il Corgi Cardigan può mostrare una certa riservatezza. Non è immediatamente socievole come altre razze, ma una volta stabilito un legame, diventa un amico fedele e affettuoso. 

La sua interazione con altri animali domestici è generalmente positiva, specialmente se cresciuto insieme a loro o se abituato fin da giovane alla loro presenza.

Ma non è così per tutti i soggetti: a causa del forte istinto da cane da pastore I Corgi Cardigan tendono sia ad inseguire che a raggruppare gli altri animali, e a fare branco, diventando ostili verso i cani sconosciuti.

La socializzazione precoce è importante per migliorare l’interazione con gli altri animali domestici e limitare lo sviluppo di comportamenti indesiderati.

Il Corgi Cardigan si adatta bene alla vita in appartamento, a patto che le sue esigenze di movimento siano soddisfatte. 

Questo cane ama esplorare e ha una buona dose di energia da spendere. È importante garantirgli esercizio quotidiano attraverso passeggiate, giochi e attività che stimolino la sua mente.

L’addestramento del Corgi Cardigan può essere un’esperienza gratificante, grazie alla sua intelligenza e al desiderio di compiacere il proprietario. 

Risponde bene a metodi di addestramento positivi e coerenti, e si eccita nell’imparare nuovi comandi e trucchi. 

La sua eredità come cane da pastore lo rende anche un eccellente partecipante in sport come l’agility e le competizioni di obbedienza.

Va però detto che può essere piuttosto testardo, motivo per cui deve essere educato da persone con un forte senso di leadership e con esperienza nella razza.

Il Cardigan, con il suo passato da cane da lavoro, possiede un’energia notevole e un forte istinto di pastore. 

Questo può talvolta portare non solo ad una forte tendenza all’inseguimento, ma anche alla fuga.

Per quanto riguarda l’aggressività, il Corgi Cardigan tende ad essere un cane equilibrato e ben temperato. 

La razza non è nota per essere mordace, ma come tutti i cani, anche il Cardigan può sviluppare comportamenti indesiderati se provocato o se si sente minacciato.

Nota dolente: il Cardigan può essere vocale, e abbaia molto per comunicare o reagire a stimoli esterni. Questo comportamento può essere gestito e moderato con un addestramento coerente fin dalla giovane età.

In conclusione, il Corgi Cardigan è un cane affascinante e multifunzionale, adatto a chi cerca un compagno leale e protettivo.

Con la giusta combinazione di addestramento, esercizio e affetto, il Cardigan si rivela essere un amico fedele e un membro prezioso della famiglia. 

guida completa sul Welsh Corgi Terrier: aspetto, carattere, salute, storia, alimentazione, toelettatura e molto altro

Caratteristiche del Cardigan Welsh Corgi

NB: questi sono gli standard di razza fissati da FCI e ENCI e quindi validi per l’Europa. Standard di taglia, colore o manto sono ammessi da AKC o altre federazioni, ad esempio quella Canadese. Per maggiori informazioni controlla gli standard del paese che ti interessa.

Le foto presenti in questo sito possono rappresentare sia gli standard FCI che quelli di AKC o altre federazioni.

Classificazione FCI – ENCI

  • Gruppo 1 Cani da pastore e Bovari (Il gruppo 1 esclude i Bovari svizzeri)
  • Sezione 1 Cani da pastore
  • Senza prova di lavoro.

Dimensioni

Il Corgi Cardigan esiste in una sola taglia, quella standard:

  • Altezza al garrese 30 cm

Il peso non è definito, e l’aspetto del cane deve essere armonico nell’insieme, ma indicativamente questa è la media:

  • Peso del Welsh Corgi maschio 14-17 kg
  • Peso del Welsh Corgi Femmina 11-15 kg

Tipo di pelo e mantello

Il mantello del Corgi Cardigan è corto o medio, di dura tessitura. Impermeabile, con buon sottopelo. Preferibilmente diritto.

Colori

I colori ammessi sono blue merle, tigrato, rosso, zibellino, tricolore con macchie

tigrate o rosse. Tutti questi colori sono ammessi, indipendentemente dal fatto che abbiano o

meno le tipiche macchie bianche sulla testa, sul collo, sul petto, sulle parti inferiori, sugli arti

e sui piedi, e anche dal fatto che la punta della coda sia o meno bianca. Il bianco

non deve predominare né sul corpo né sulla testa. Il contorno degli occhi non è mai bianco.

Il tartufo ed i bordi degli occhi devono essere neri. Altamente indesiderati i mantelli color

fegato o colori diluiti. 

Testa

Ha la classica forma da volpe, con il muso che si assottiglia, mascella con chiusura a forbice, occhi e e tartufo nero. Le orecchie sono erette e leggermente arrotondate, il collo è lungo.

Corpo

Il corpo del Welsh Corgi Cardigan è di lunghezza media, con linea superiore orizzontale, con un torace ampio e costole ben cerchiate. Gli arti sono forti e flessibili. Ha una costruzione solida e forte.

Coda 

Simile a quella della volpe, inserita sul prolungamento della linea dorsale e moderatamente

lunga (da arrivare o quasi al suolo). Portata bassa in stazione, in movimento può essere alzata un po’ al di sopra della linea del corpo ma non arrotolata sul dorso. 

Per saperne di più sulle caratteristiche del Welsh Corgi Cardigan leggi la scheda ufficiale di ENCI.

Quanto vive un Welsh Corgi Cardigan

La vita media di un Welsh Corgi Cardigan è di 12-15 anni. Il Corgi più vecchio fino ad ora registrato si chiamava Bluey (29 anni).

guida completa sul Welsh Corgi Terrier: aspetto, carattere, salute, storia, alimentazione, toelettatura e molto altro

Malattie del Welsh Corgi Cardigan

Il Corgi Cardigan è predisposto ad alcune malattie genetiche e ad altre comuni nei cani. Tra le più frequenti:

  • Displasia dell’Anca:: Questa condizione si verifica quando l’articolazione dell’anca non si forma correttamente, portando a dolore, difficoltà nel camminare e potenziale artrite.
  • Malattie del Cavo Orale: Questi problemi includono infiammazioni gengivali, accumulo di tartaro e carie, che possono causare dolore e perdita dei denti.
  • Epilessia: Questo disturbo neurologico si manifesta con convulsioni ricorrenti e può avere origini ereditarie o essere scatenato da fattori esterni.
  • Cataratta: Questa malattia causa l’opacizzazione del cristallino dell’occhio, riducendo la vista e potenzialmente portando alla cecità se non trattata.
  • Allergie Alimentari e Cutanee: Queste reazioni allergiche possono essere innescate da determinati cibi o allergeni ambientali, provocando prurito e eruzioni cutanee.
  • Obesità: Un eccessivo aumento di peso può portare a una serie di problemi di salute, tra cui diabete, disturbi articolari e problemi cardiaci.
  • Disturbi della Colonna Vertebrale: I cani possono soffrire di varie patologie spinali, come ernie del disco o spondilosi, dovute alla loro conformazione fisica o all’età.
  • Malattia di Von Willebrand: Questa malattia ereditaria del sangue provoca un rallentamento nella coagulazione, aumentando il rischio di sanguinamenti prolungati.
  • Calcoli nelle Vie Urinarie: Questi accumuli di minerali possono causare dolore e difficoltà nella minzione, oltre a rischio di infezioni.
  • Otite e Sordità Congenita: L’otite è un’infiammazione dell’orecchio che può derivare da infezioni o allergie. La sordità congenita, d’altra parte, è una condizione in cui il cane nasce parzialmente o completamente sordo.
  • Mielopatia Degenerativa: Questa malattia progressiva colpisce il midollo spinale, portando alla paralisi degli arti e, in alcuni casi, anche quelli anteriori.
  • Atrofia Progressiva della Retina: Una malattia degenerativa che colpisce gli occhi, portando a una perdita progressiva della vista. Nel caso del Corgi Cardigan la condizione è dovuta a una mutazione genetica, come ci spiega questo studio.
  • Lipofuscinosi Ceroidi Neuronali (NCL), o Malattia di Batten: Questo gruppo di disturbi neurodegenerativi ereditari è caratterizzato da un accumulo liscio, con conseguente deterioramento intellettivo e motorio, convulsioni e morte prematura. La perdita della vista è comune nella maggior parte delle forme di questa malattia.
guida completa sul Welsh Corgi Terrier: aspetto, carattere, salute, storia, alimentazione, toelettatura e molto altro

Cosa mangia il Corgi Cardigan

Il Corgi Cardigan ha una forte tendenza ad ingrassare, condizione che va evitata per non incorrere in patologie legate all’aumento di peso.

Alimentazione del cucciolo 

Lo svezzamento del cucciolo inizia verso le 4 settimane di età. A partire dal primo mese di vita si potrà iniziare ad inserire del mangime specifico per cuccioli o della carne macinata fine, iniziando con un pasto al giorno in combinazione con il latte materno.

Tra il primo e il secondo mese i pasti a base di cibo solido dovranno essere somministrati circa 3/4 volte al giorno, mentre una volta smesso con il latte materno i pasti solidi saranno almeno 4 al giorno, da ridursi a 3 dopo i 6 mesi e a 2 o 3 verso i 12.

Il Corgi Cardigan raggiunge la piena maturità verso l’anno di età. Il mangime per cuccioli può essere sostituito con la formula per cani adulti o giovani adulti di taglia piccola.

Per verificare se il tuo cucciolo sta crescendo nel modo corretto, questo è il peso indicativo nelle varie fase della crescita:

Tabella di crescita del Corgi Cardigan maschio:

EtàPesoAltezza
8 settimane3,6–4,5 kg10,2–15,2 cm
3 mesi4,5–5,9 kg12,7–17,8 cm
6 mesi7,7–10,9 kg17,8–20,3 cm
9 mesi8,6–10,0 kg22,9–25,4 cm
1 anno12–15,6 kg25,4–30,5 cm
2 anni14,0–17 kg25,4–30,5 cm

Tabella di crescita del Corgi Cardigan femmina:

EtàPesoAltezza
8 settimane3,2–4,1 kg10,2–15,2 cm
3 mesi4,1–5,0 kg12,7–17,8 cm
6 mesi7,7–9,5 kg17,8–20,3 cm
9 mesi8,2–9,1 kg22,9–25,4 cm
1 anno9,1–11,8 kg22,9–27,9 cm
2 anni10,0–15 kg22,9–27,9 cm

Alimentazione del Welsh Corgi Cardigan

Trattandosi di un cane di taglia piccola è consigliabile somministrare almeno due pasti al giorno per evitare di appesantirlo con un solo pasto abbondante.

Il cibo secco (crocchette per cani)

Le crocchette sono l’alimento per cani preferito dalla maggior parte dei proprietari di cani. Sono pratiche, si dosano facilmente e si conservano a lungo.

E ce ne sono persino varietà studiate appositamente per le caratteristiche di questa razza.

Quelle di buona qualità contengono tutti i nutrienti necessari per mantenere il cane in salute, oltre a minerali e vitamine.

L’utilizzo del cibo umido come unica alternativa è sconsigliabile, ma se ne può aggiungere una piccola quantità per rendere più gradevole il cibo secco.

La dieta casalinga per cani

Ci sono proprietari che preferiscono cucinare per il proprio cane. In questo caso, un pasto bilanciato dovrà essere composta dal 50% minimo di proteine animali, mentre il resto va suddiviso tra carboidrati e vegetali.

Un Corgi Cardigan adulto dal peso di 12 kg, ad esempio, necessita di circa 720-770 calorie al giorno, suddivise nei vari pasti. 

Ma per saperne di più su come alimentare il tuo amico nel modo più sano e gustoso consulta un veterinario o un nutrizionista, oppure leggi le nostre guide:

Come cambiare alimentazione al cane senza drammi e in pochi giorni

Dieta casalinga per il cane, per un’alimentazione naturale e personalizzata

Quanto deve mangiare un cane? E quante volte al giorno?

I pasti devono essere bilanciati e contenere il giusto apporto di proteine, carboidrati, grassi e minerali.

guida completa sul Welsh Corgi Terrier: aspetto, carattere, salute, storia, alimentazione, toelettatura e molto altro

Toelettatura del Welsh Corgi Cardigan

Se il lussureggiante e impermeabile doppio mantello del Corgi Cardigan è uno dei suoi tratti più distintivi, può anche rappresentare una sfida per molti proprietari che cercano di mantenere il loro cane in salute e con un aspetto curato. 

E’ però possibile occuparsi della toelettatura del proprio Corgi Cardigan anche a casa, risparmiando sui costi della toelettatura professionale, o perlomeno quella di base.

Ci sono però alcuni accorgimenti, e soprattutto alcuni prodotti, che potranno facilitarti notevolmente i lavori.

Iniziare presto ad abituare il tuo Corgi a essere toccato e curato renderà più semplice abituarlo a routine come la spazzolatura e il bagno. 

Non rimandare e inizia fin da quando è cucciolo, per farlo abituare ai suoni del phon o della lima elettrica per unghie.

Il Welsh Corgi Cardigan non perde pelo solo durante la stagione della muta, quando la perdita è notevolmente maggiore, ma lo fa costantemente tutto l’anno. 

Per questo motivo, si raccomanda di spazzolare il cane ogni giorno. Questa pratica non solo aiuta a mantenere puliti abiti e divani, ma favorisce anche una corretta traspirazione della pelle del cane.

Le spazzole ideali per farlo sono le seguentI

La spazzolatura è un passaggio cruciale prima del bagno, poiché un eccesso di pelo morto non solo renderebbe difficile il lavaggio, ma potrebbe anche ostruire lo scarico della vasca o della doccia. Per prevenire questo problema, è consigliabile procurarsi un filtro per lo scarico.

Per quanto riguarda il bagno, l’ideale è limitarlo a non più di una volta al mese per preservare gli oli naturali della pelle del cane. 

La frequenza del bagno dipenderà dalla quantità di sporco accumulato dal cane, specialmente se i Cardigan trascorrono molto tempo all’aperto, ma è importante evitare lavaggi eccessivi.

Quando fai il bagno al tuo Corgi, assicurati di lavarlo sempre con uno shampoo delicato per cani a pelo corto  e con un balsamo districante

Puoi provare anche un prodotto scioglinodi leave-in per facilitare la spazzolatura, e se la situazione richiede la pulizia frequente, puoi usare uno shampoo secco tra un  lavaggio e l’altro.

Per il bagno procedi così:

Procedi così:

  1. Inizia inserendo del cotone nelle orecchie del cane per proteggerle dall’acqua.
  2. Bagna il pelo con acqua tiepida, evitando temperature estreme.
  3. Applica lo shampoo con cura, evitando occhi, orecchie e naso, e risciacqua accuratamente. Ripeti se necessario.
  4. Applica il balsamo, lascialo agire per alcuni minuti e poi risciacqua accuratamente per evitare irritazioni cutanee.
  5. Dopo il bagno, asciuga il cane con un asciugamano tiepido e usa un phon a bassa temperatura o un soffiatore per toelettatura per evitare di irritare la pelle. Una  spazzola asciugatrice 2 in 1 può essere un’opzione pratica.

Oltre a bagno e spazzolatura, ci sono altre pratiche importanti da non trascurare:

  1. Taglia le unghie del tuo cane con cautela, evitando di avvicinarsi troppo alla carne viva. Questo dovrebbe essere fatto ogni 4-8 settimane.
  2. Mantieni la salute dentale del tuo cane pulendo i denti almeno una volta ogni due giorni per prevenire il deterioramento precoce.
  3. Pulisci regolarmente l’area intorno agli occhi per evitare l’accumulo di secrezioni oculari e possibili infezioni batteriche.
  4. Controlla le orecchie del cane, rimuovendo prima il pelo morto nel canale auricolare e poi eventuali accumuli di cerume o sporco.

Aiutati scegliendo prodotti che ti faciliteranno ogni singolo compito, come questi:

Posso tosare il mio Cardigan Corgi?

Numerosi proprietari ritengono che i cani con un mantello folto e doppio soffrano maggiormente il calore e, di conseguenza, optano per una rasatura completa durante l’estate. 

Tuttavia, questa pratica è fortemente sconsigliata, non solo perché altera l’aspetto caratteristico del Corgi Cardigan, ma anche per ragioni legate alla salute dell’animale. 

Infatti, la rasatura compromette la capacità del mantello di regolare la temperatura corporea, esponendo il cane a variazioni climatiche più intense.

Inoltre, la rasatura può danneggiare la struttura del pelo, che potrebbe non ricrescere come prima e persino mutare colore. 

Il sottopelo potrebbe crescere più rapidamente rispetto allo strato esterno, diventando eccessivamente spesso e ruvido, e accumulando sporco e oli in quantità maggiori.

Pochi sanno che radere un cane con doppio pelo può aggravare le reazioni allergiche in persone sensibili al pelo di cane. 

La rasatura, infatti, facilita la diffusione di forfora nell’aria, aumentando la presenza di allergeni nell’ambiente (secondo le statistiche attuali, circa tre persone su dieci sono allergiche alla forfora canina).

Tuttavia, esiste un metodo naturale e salutare per alleggerire il mantello del cane: lo Stripping. Questa tecnica consiste nella rimozione manuale del pelo morto, un processo indolore che favorisce la circolazione dell’aria attraverso il mantello, mantenendo il cane fresco in estate e caldo in inverno. 

Lo stripping manuale richiede tempo e pazienza, sia da parte del cane che dell’operatore, quindi è consigliabile rivolgersi a un toelettatore esperto. Dopotutto, un cane dall’aspetto curato merita un piccolo investimento!

Per quanto riguarda la rifinitura del mantello, è possibile effettuare un leggero trimming, accorciando appena il pelo intorno al muso, alle zampe e nelle aree che si sporcano più facilmente. 

guida completa sul Welsh Corgi Terrier: aspetto, carattere, salute, storia, alimentazione, toelettatura e molto altro

Altri consigli per mantenere in forma il tuo Welsh Corgi Cardigan

  1. E’ importante ricordarsi di sverminare periodicamente sia i cani cuccioli che gli esemplari adulti, in particolare se adottati da rifugi, canili o da privati.
  2. Fai attenzione ai parassiti stagionali, che possono essere molto pericolosi per la salute del tuo amico. Assicurati di effettuare la profilassi per filaria, leishmaniosi, pulci e zecche.
  3. Ricordati di controllare periodicamente lo stato delle ghiandole perianali per evitare  situazioni di disagio per il cane e cattivo odore. Per questa operazione rivolgiti al veterinario.

Addestramento del Corgi Cardigan

Educare il proprio cane non è solo un modo per impartirgli buone abitudini, ma è anche fondamentale per il suo equilibrio fisico e psicologico. 

Questo è particolarmente vero per il Corgi Cardigan, una razza nota per il suo carattere indipendente e la propensione a inseguire e formare branco. 

Pertanto, è essenziale che il proprietario mantenga sempre il controllo sull’animale.

Di seguito, alcune linee guida e attività di addestramento che ogni proprietario di Corgi dovrebbe prendere in considerazione:

  1. Il primo passo nell’addestramento è insegnare comandi essenziali come “Siedi”, “Stai”, “Vieni” e “Porta”. Questo richiede pazienza e consistenza: porta il tuo Corgi in un luogo tranquillo e ripeti i comandi fino a quando non vengono assimilati, compensando il cane con snack e affetto per ogni successo.
  2. I Corgi sono inclini all’obesità, quindi è importante stabilire una routine di esercizio regolare, inclusa una varietà di passeggiate quotidiane. Un cane che trascorre tempo all’aperto è generalmente più equilibrato mentalmente e meno propenso a sviluppare comportamenti problematici.
  3. Le sessioni di addestramento dovrebbero essere brevi, non superando i 30 minuti, e basate su metodi di rinforzo positivo, trasformando l’apprendimento in un gioco divertente per il cane.

Entro il primo anno, il tuo Corgi dovrebbe aver imparato l’obbedienza di base, essere abituato a fare i suoi bisogni all’esterno e adattarsi alle routine quotidiane di alimentazione e passeggiate.

Ricorda che l’addestramento del Corgi non è solo un dovere, ma anche un’opportunità per condividere e godere di una varietà di attività insieme. 

Con obiettivi chiari e un approccio positivo, il tuo Corgi può trasformarsi in un compagno educato e contento.

E per saperne di più dai un’occhiata alla nostra guida: Addestramento cani: guida completa per principianti

A chi è adatto e a chi no il Cardigan Welsh Corgi

Il Cardigan Welsh Corgi è una razza che si adatta bene a una varietà di ambienti e stili di vita, ma non è la scelta ideale per tutti. 

Questo cane affettuoso e intelligente si integra perfettamente nelle famiglie attive che possono dedicargli tempo per esercizi fisici e stimolazione mentale.

Grazie al suo spirito vivace e alla sua natura socievole, il Cardigan è un ottimo compagno per chi ama le attività all’aperto e desidera un cane partecipe nelle avventure quotidiane.

D’altra parte, potrebbe non essere adatto per chi passa molto tempo fuori casa o non è in grado di fornire l’attenzione e l’attività fisica che questa razza richiede. 

Nonostante la sua taglia ridotta, ha bisogno di esercizio regolare per mantenere la salute fisica e mentale. 

Inoltre, la sua natura indipendente e talvolta testarda richiede un proprietario paziente e coerente nell’addestramento.

Il Cardigan Welsh Corgi, con il suo mantello folto, richiede anche una manutenzione regolare. Quindi, potrebbe non essere la scelta migliore per chi cerca un animale domestico a bassa manutenzione. 

E non va dimenticato che la sua tendenza a latrare lo rende meno adatto per chi vive in appartamenti o in aree dove il rumore può essere un problema.

Domande frequenti

Quanto costa un Welsh Corgi Cardigan?

Un cucciolo di questa razza, testato e con pedigree, costa da 1200 a 1600 Euro, ma si possono trovare cuccioli con una genealogia meno importante a partire da 600-800 euro.

Il Welsh Corgi Cardigan perde pelo?

Purtroppo sì, ne perde molto sia nella stagione della muta che nel resto dell’anno.

Il Corgi Cardigan sbava?

No, questa razza non ha la tendenza a sbavare.

Il Corgi Cardigan abbaia molto?

Si, questa razza ha una forte tendenza all’abbaio e al latrato, e non è particolarmente indicata a chi ha vicini poco tolleranti.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Scopri come togliere i peli del cane dai vestiti in lavatrice!

Come togliere l’odore dal pelo del cane in modo naturale

Pelo grasso nel cane: tutti i rimedi per un mantello in salute

Incrocio Labrador Corgi: un vulcano di inarrestabile energia

Nota dell’autore

Invito tutti i lettori a condividere la loro esperienza su questo argomento nella sezione dei commenti. 

Qualunque informazione che vorrete condividere su salute, carattere, prodotti e consigli sull’educazione o sulla dieta ci aiuteranno a creare una grande community di padroni che non solo amano i cani, ma che sanno anche come gestirli al meglio.

Dallo Staff di Khani.it

Se questo post ti è stato utile e vuoi saperne di più sulla cura, sul benessere e sull’educazione del cane saremo felici di aiutarti. Trova qui tante informazioni utili per capire al meglio il tuo amico del cuore.

Disclaimer

Le informazioni riportate nel nostro sito sono di carattere generale e non sostituiscono in alcun modo il parere del veterinario o di esperti di settore. Per qualunque dubbio rivolgiti sempre al veterinario.

Solo perché tu lo sappia, potremmo raccogliere una piccola commissione o altri compensi dai collegamenti presenti in questa pagina e nel sito in generale, senza alcun costo aggiuntivo per te. Clicca sul link in rosso per scoprire i nostri prodotti preferiti!

Fonti

History of the Cardigan Welsh Corgi

How to Train a Corgi: Corgi Puppy Training Timeline

Esplora il potere della leadership motivazionale nell'educazione del tuo cucciolo di cane: come insegnargli a sporcare fuori, ad andare al guinzaglio, a non mordere e tanto altro - guida completa!Guide Utili
Febbraio 18, 2024

Educare un cucciolo di cane: Le 7 Regole Della Leadership Motivazionale

Educare un cucciolo di cane: Le 7 Regole Della Leadership Motivazionale Hai appena adottato un cucciolo e non sai come educarlo nel modo migliore? In questa guida completa all'addestramento del…
Quanto vive un cane? Guida completa alla longevità canina e tabella con l'età media di 160 razze.Guide Utili
Febbraio 15, 2024

Quanto vive un cane? Scopri qui la longevità di 160 razze!

Quanto vive un cane? Scopri qui la longevità di 160 razze! Se ti sei mai chiesto quanto possa vivere il tuo amico a quattro zampe, sei nel posto giusto.  In…
Come usare lo shampoo a secco per cani: guida completa, consigli e migliori prodotti per un cane pulito e profumato anche senza l'acqua!Guide Utili
Febbraio 14, 2024

Come usare lo shampoo a secco per cani: guida completa e prodotti

Come usare lo shampoo a secco per cani: guida completa e prodotti Lo shampoo a secco è diventato una scelta popolare per i proprietari di animali domestici che desiderano mantenere…

Leave a Reply