Skip to main content

Bichon Frisé: un cane piccolo dal grande fascino e personalità

Silvia Capelli Scritto da Silvia Capelli Ultimo aggiornamento Novembre 21, 2023

guida completa sul bichon frisé: storia, aspetto fisico, carattere, salute, alimentazione, toelettatura e domande frequenti sulla razza.

Benvenuti nel nostro angolo dedicato agli amanti dei cani! Oggi ci immergiamo nel mondo soffice e affascinante del Bichon Frisé, una razza che incanta con la sua personalità vivace e il suo aspetto da eterno cucciolo. 

Questo piccolo cane, con il suo pelo riccio e candido che richiama l’immagine di un batuffolo di cotone, ha saputo distinguersi tra le razze simili grazie al suo temperamento da piccolo clown e al suo taglio di pelo che ricorda un orsacchiotto.

Ma non lasciatevi ingannare dalla sua stazza ridotta e dall’aspetto da peluche: il Bichon Frisé è un compagno energico, intelligente e incredibilmente affettuoso, perfetto per famiglie e amanti dei cani di tutte le età. 

Nel nostro post di oggi scopriremo insieme le caratteristiche di questa razza incantevole, esplorando la sua storia, il suo carattere, e alcuni consigli per la cura del suo distintivo mantello bianco e soffice. 

Preparatevi a essere conquistati dal fascino irresistibile del Bichon Frisé, il cane danzante che piace davvero a tutti.

Storia del Bichon Frisé

La storia del Bichon Frisé è poco chiara: pare abbia origine da una varietà di cani definiti “piccoli cani bianchi”, un gruppo che include razze come il Bolognese, l’Havanese, il Maltese e il Bichon Frisé. 

La loro storia è così antica che le loro origini esatte sono avvolte nel mistero. Si sa che questi cani erano un prezioso bene di scambio nel Mediterraneo, con leggende che narrano che questi cagnolini bianchi piacessero molto anche a Cleopatra.

Queste razze, oggi note come cani di tipo Barbichon, hanno visto il loro sviluppo moderno iniziare a Tenerife, una delle Isole Canarie. 

E’ proprio a Tenerife, l’isola più grande del gruppo, che nasce l’antenato diretto del Bichon Frisé di oggi.

Dal XIII secolo, il Bichon Frisé ha iniziato a farsi strada nelle corti reali di Spagna, Italia e Francia, diventando un simbolo di prosperità durante il Rinascimento. 

Un esempio famoso di questa associazione è il ritratto di Federico II Gonzaga di Tiziano, conservato al Museo del Prado a Madrid, che mostra il duca di Mantova accompagnato da un Bichon Frisé.

L’indice di gradimento del Bichon Frisé non diminuisce nei secoli a venire: si narra infatti che abbia catturato il cuore dei nobili europei, al punto che il re Enrico III di Francia iniziò a portare i suoi Bichon in un cestino appeso al collo. 

Questa tendenza fu presto imitata dalle dame di corte, evidenziando l’immensa popolarità della razza.

La presenza del Bichon Frisé nei ritratti dei grandi maestri conferma il ruolo privilegiato di questi cani tra l’alta nobiltà dell’epoca. 

Ne è un esempio il ritratto di Miss Beatrix Lister di Sir Joshua Reynolds, che mostra il Bichon come un simbolo di opulenza e lusso.

Con la Rivoluzione francese, il ruolo del Bichon Frisé cambia drasticamente. La mala sorte che accompagnò i nobili dopo la caduta della corte reale purtroppo toccò anche lui.

Dalle dimore lussuose alle strade il passo fu breve, e molti Bichon si ritrovarono senza casa. 

Tuttavia, la loro agilità e intelligenza li resero perfetti per gli artisti di strada, che li addestrarono a eseguire trucchi per guadagnarsi da vivere.

Il Bichon Frisé divenne presto una stella del circo, grazie alla sua addestrabilità e al suo aspetto accattivante. 

I circhi preferivano i cani bianchi per la loro visibilità, e il Bichon Frisé, insieme ad altre razze come il Barbone grande mole e il Barboncino, divenne un favorito del pubblico.

Successivamente ci  fu una forte ripresa durante il periodo di Napoleone III (nipote di Napoleone Bonaparte), che nel 1852 fondò il Secondo Impero e si dichiarò imperatore.

Da qui la storia cambia: durante la prima guerra mondiale l’allevamento del Bichon Frisé si ridusse notevolmente. 

Successivamente riprese, e il primo standard ufficiale della razza fu adottato il 15 marzo 1933, grazie a Madame Bouctovagniez, presidentessa del Toy Club of France. 

La razza fu riconosciuta ufficialmente in Francia come “Bichon a Poil Frisé”, nome per il quale spesso gli sono state erroneamente attribuite origini proprio in Francia.

Nel 1956, Helene e Francois Picault portarono sei Bichon Frisé in America, gettando le basi per i primi allevamenti della razza negli Stati Uniti.

Il Bichon Frisé Club of America fu fondato nel 1964, e l’AKC riconobbe la razza nel 1971. 

Da allora, i Bichon Frisé sono diventati una presenza costante nelle esposizioni canine, e sono adorati dagli amanti di cani di tutto il mondo.

Bichon Frisé: un batuffolo di pelo che danza in punta di piedi in breve

Buono con i bambini 100%
Amichevole con gli animali 100%
Protettivo 21%
Facile da addestrare 100%
Ha bisogno di esercizio 82%
Amichevole con gli sconosciuti 100%
guida completa sul bichon frisé: storia, aspetto fisico, carattere, salute, alimentazione, toelettatura e domande frequenti sulla razza.

Il Bichon Frisé è una combinazione unica di allegria, intelligenza e affettuosità, caratteristiche che lo rendono un compagno ideale per una grande varietà di proprietari. 

I Bichon Frisé sono infatti noti per il loro temperamento allegro e amichevole. Sono cani vivaci, ma non eccessivamente esuberanti, e tendono a formare un legame stretto con i membri della famiglia.

Questa razza si adatta molto bene alla vita in appartamento. La loro dimensione ridotta e il livello moderato di energia li rendono adatti a spazi più piccoli, purché ricevano l’esercizio fisico e mentale necessario a mantenerli in salute. 

Sono considerati relativamente tranquilli, e si dice che in generale non siano una razza che abbaia eccessivamente.

Questo però non vale per tutti gli esemplari: quelli che hanno un certa tendenza all’abbaio sono piuttosto rumorosi, ed estremamente eccitabili.

I Bichon Frisé generalmente vanno d’accordo con i bambini, specialmente se sono stati socializzati da giovani. 

La loro natura giocosa li rende ottimi compagni per i piccoli di casa. Sono anche amichevoli con gli estranei, il che li rende decisamente inadatti come cani da guardia, ma ottimi per famiglie che ricevono frequenti visite. 

Sono ideali anche per proprietari anziani, poiché hanno un carattere fedele, affettuoso e giocherellone, ma sanno anche rispettare i momenti di riposo.

Inoltre, tendono a convivere pacificamente con altri animali domestici, inclusi altri cani e gatti, soprattutto se cresciuti insieme.

Il Bichon Frisé è generalmente facile da addestrare grazie alla sua intelligenza e al desiderio di compiacere. 

La sua intelligenza e desiderio di piacere rendono l’addestramento un’esperienza gratificante sia per il cane che per il proprietario.

Questi cani rispondono bene all’addestramento basato sul rinforzo positivo, come le lodi e le ricompense.

Tuttavia, possono essere un po’ testardi, e nonostante l’estrema dolcezza nascondono un carattere da piccola diva, che qualche volta li porta a ribellarsi al percorso educativo.

Nonostante la loro piccola statura e il livello di energia non altissimo, i Bichon Frisé amano uscire e trascorrere tempo all’aperto.

Hanno bisogno di esercizio quotidiano, ma di solito sono soddisfatti con passeggiate brevi e sessioni di gioco. Questo li rende adatti a proprietari di tutte le età e livelli di attività.

I Bichon Frisé sono noti per essere cani molto amichevoli e raramente mostrano segni di aggressività. 

Sono più propensi a cercare attenzione e affetto piuttosto che comportarsi in modo aggressivo.

Non sono noti per essere mordaci, ma come con qualsiasi cane, l’addestramento precoce e la socializzazione sono importanti per prevenire qualsiasi comportamento indesiderato.

Questa razza non ha una forte tendenza alla fuga, ma come tutti i cani, dovrebbero essere tenuti al sicuro in aree recintate e al guinzaglio durante le passeggiate. 

In conclusione, il Bichon Frisé è un compagno eccellente per una vasta gamma di famiglie. La sua adattabilità, natura amichevole e facilità di addestramento lo rende una scelta popolare sia per i proprietari di cani esperti che per i principianti.

E c’è un’altra caratteristica che lo rende davvero speciale: il Bichon Frisé ha un’andatura molto particolare, e cammina sulle punte dei piedi, muovendosi come se ballasse.

Molti ballano sul serio, alzandosi sulle zampe posteriori per la delizia dei loro padroni, proprio come se fossero ancora al circo!

Curiosità sul Bichon Frisé

Alle corti Francesi questi graziosi cagnolini erano così curati dai loro proprietari da aver preso il nome proprio dal verbo bichonner (arricciare), da cui deriva il termine Bichon. 

Venivano infatti toelettati come bambole per non sfigurare con i ricchi abiti delle dame di corte.

guida completa sul bichon frisé: storia, aspetto fisico, carattere, salute, alimentazione, toelettatura e domande frequenti sulla razza.

Caratteristiche fisiche del Bichon Frisé

Nonostante venga spesso scambiato per un Barboncino, per un Bolognese o per un Maltipoo, razze alle quali è molto simile, il Bichon frisé ha caratteristiche fisiche ben determinate per rispettare lo standard di purezza richiesto.

NB: questi sono gli standard fissati da FCI e ENCI e quindi validi per l’Europa. Standard di taglia, colore o manto sono ammessi da AKC o altre federazioni, ad esempio quella Canadese. Per maggiori informazioni controlla gli standard del paese che ti interessa.

Le foto presenti in questo sito possono rappresentare sia gli standard FCI che quelli di AKC o altre federazioni.

Classificazione ENCI – FCI

  • Gruppo 9
  • Cani da compagnia
  • Bichon e affini

Dimensioni

Ne esiste una sola taglia:

Bichon Frisé altezza max 30 cm, peso indicativo 4-7 kg.

Gli esemplari venduti come Bichon Frisé Toy, Mini, Teacup o Nano non sono riconosciuti dalle federazioni, e si tratta solo di esemplari sotto taglia.

Tipo di pelo e mantello

I Bichons hanno un mantello molto riccio. Il mantello è formato da un piccolo e stretto riccio afro, che lo fa somigliare a una piccola capra.

Poiché non ha il sottopelo, il Bichon Frisé non fa la muta, non perde pelo ed è annoverato tra le razze definite ipoallergeniche.

Colori del Bichon Frisé

Il mantello del Bichon Frisé ha un unico colore: deve essere tassativamente bianco candido.

Per la classificazione del cane questo è un dettaglio molto importante, e nessun altro colore, o sfumatura di bianco, è ammesso negli standard della razza canina.

Testa

Il Bichon Frisé deve avere una testa ben proporzionata al resto del corpo, con occhi scuri che esprimano carattere e il tartufo nero. Le orecchie cadono naturalmente.

Corpo

Il corpo è forte e compatto, la groppa è leggermente arrotondata ma il fianco è stretto. Altezza al garrese e lunghezza sono ben proporzionati, le zampe sono corte.

Coda

La coda deve essere inserita più in basso della linea dorsale, sollevata e piegata ma non arrotolata.

Per saperne di più sugli standard di razza leggi la scheda ufficiale del Bichon à Poil Frisé di ENCI.

Quanto vive il Bichon Frisé?

Questi cani da compagnia hanno solitamente una lunga aspettativa di vita: vivono infatti mediamente 13-16 anni. 

L’esemplare più vecchio mai registrato, di nome Tiki, è morto all’età di 22 anni e 5 mesi. Seguono Rosie (21 anni e 9 mesi), Chester (20 anni e 10 mesi), Rocky (20 anni e 8 mesi) e Chilly (20 e 6 mesi).

guida completa sul bichon frisé: storia, aspetto fisico, carattere, salute, alimentazione, toelettatura e domande frequenti sulla razza.

Malattie del Bichon Frisé

Il Bichon à poil frisé gode generalmente di buona salute, ma come tutti i cani da compagnia è stato vittima di incroci non sempre ideali, e può soffrire di varie patologie genetiche, oltre che delle comuni malattie del cane. 

Tra le più comuni abbiamo:

  • Lussazione della Rotula: Questa condizione si verifica quando la rotula (o ginocchio) si sposta dalla sua posizione normale. Può causare zoppia o un andamento anormale. La gravità varia; in alcuni casi può essere gestita con fisioterapia e farmaci, mentre in altri può essere necessario un intervento chirurgico.
  • Cataratta: Le cataratte causano l’opacizzazione del cristallino dell’occhio, portando a una diminuzione della vista. Possono svilupparsi a causa dell’età, di malattie o di traumi. In alcuni casi, possono essere rimosse chirurgicamente per migliorare la vista.
  • Epilessia: Questa è una condizione neurologica che causa convulsioni ricorrenti. Le cause possono variare e, in alcuni casi, possono non essere identificate. Il trattamento di solito include farmaci per controllare le convulsioni.
  • Otite: I Bichon Frisé possono essere inclini a infezioni dell’orecchio, soprattutto a causa delle loro orecchie cadenti che possono trattenere l’umidità. I sintomi includono grattarsi le orecchie, scuotere la testa e odore sgradevole. Le otiti richiedono trattamento veterinario, spesso con antibiotici o antifungini.
  • Allergie: Possono essere causate da una varietà di fattori, inclusi alimenti, pollini, acari della polvere o altri allergeni ambientali. I sintomi possono includere prurito, arrossamento della pelle e problemi digestivi. Il trattamento può variare a seconda della causa.
  • Problemi ai denti e alle gengive: Come molte razze di piccola taglia, i Bichon Frisé possono soffrire di problemi dentali come tartaro, carie e malattia parodontale. Una buona igiene orale e controlli dentali regolari sono cruciali.
  • Urolitiasi (formazione di calcoli nel tratto urinario): Questa condizione comporta la formazione di calcoli nella vescica o nelle vie urinarie, che possono causare dolore, difficoltà a urinare e infezioni. Il trattamento può includere dieta, farmaci o chirurgia. E’ una patologia frequente nella razza, che però come ci spiega questo studio può essere evitata somministrando al cane una dieta umida (ad esempio con cibo fresco) e ovviamente non facendo mai mancare acqua fresca in grandi quantità.
  • Diabete: Il diabete nei cani è simile a quello negli umani e può richiedere la somministrazione di insulina e modifiche alla dieta. I sintomi includono sete eccessiva, aumento della minzione e perdita di peso.
  • Displasia dell’Anca: Meno comune nei Bichon Frisé rispetto ad altre razze, questa condizione è una malformazione dell’articolazione dell’anca che può causare dolore e zoppia. La gestione può variare da modifiche allo stile di vita a interventi chirurgici.
  • Malattia di Von Willebrand: È un disturbo della coagulazione del sangue, simile all’emofilia negli umani. Può causare sanguinamento eccessivo da ferite o procedure chirurgiche. Non c’è cura, ma può essere gestita con trattamenti specifici durante gli interventi chirurgici o in caso di infortuni.
  • Collasso Tracheale: Questa condizione comporta il cedimento delle pareti della trachea, causando tosse cronica e difficoltà respiratorie. Può essere gestita con farmaci, modifiche allo stile di vita o, in casi gravi, chirurgia.
  • Problemi alla Vescica: La razza può essere incline a formare calcoli alla vescica o infezioni del tratto urinario. I sintomi possono includere difficoltà o dolore durante la minzione, sangue nelle urine o frequenti tentativi di urinare.
  • Malattie del Fegato: In alcuni casi, i Bichon Frisé possono sviluppare problemi al fegato, come la shunt portosistemico, una condizione in cui il sangue bypassa il fegato, impedendo la normale detossificazione.
  • Alimentazione del Bichon Frisé

    Questa razza di cani di piccola taglia fa parte del gruppo che tende ad ingrassare, per cui bisognerà fare molta attenzione alla dieta e alla quantità di esercizio fisico. 

    E’ quindi molto importante che la famiglia non ceda alle continue richieste del golosissimo Bichon à poil Frisé!

    Alimentazione del Bichon Frisé cucciolo

    Lo svezzamento del cucciolo di Bichon Frisé inizia verso le 4/5 settimane di età, periodo in cui deve essere alimentato esclusivamente dalla madre o con formula specifica.

    A partire da quella data si potrà iniziare ad inserire del mangime specifico per cuccioli o della carne macinata fine, iniziando con un pasto al giorno in combinazione con il latte materno.

    Tra il primo e il secondo mese i pasti a base di cibo solido e umido dovranno essere somministrati circa 3/4 volte al giorno, e tre a partire dal secondo mese di vita.

    Alimentazione del Bichon Frisé adulto

    Trattandosi di un cane di taglia piccola è consigliabile somministrare due pasti al giorno per evitare che il cane soffra la fame per troppe ore.

    Poiché la razza tende ad avere lo stomaco delicato, meglio fare attenzioni alle dosi e alla qualità degli alimenti, per evitare che sviluppi patologie legate alla cattiva alimentazione.

    I pasti devono essere bilanciati e contenere il giusto apporto di proteine, carboidrati, grassi e minerali.

    Il cibo secco (crocchette per cani)

    La scelta più facile è optare per cibo secco di buona qualità, attenendosi alle dosi consigliate per peso ed età.

    E molto importante assicurarsi che gli ingredienti e soprattutto l’apporto di vitamine e minerali, indispensabile per mantenere in forma il nostro amico a quattro zampe, siano correttamente bilanciati.

    L’utilizzo del cibo umido come unica alternativa è sconsigliabile, ma se ne può aggiungere una piccola quantità per ammorbidire e insaporire il cibo secco.

    Attenzione anche agli snack, che vanno somministrati senza abusi, poiché il nostro amato Bichon à Poil frisé ha tendenza ad ingrassare.

    La dieta casalinga per cani

    Se invece non volessi somministrare cibo industriale e volessi cucinare per il tuo cane, la scelta più indicata per la preparazione di cibo casalingo ricade su prodotti primari da somministrarsi prevalentemente bolliti.

    I pasti devono contenere carboidrati, proteine e verdure nel giusto equilibrio, ed essere somministrati nella dose corretta in base a peso e dispendio di energia.

    Per saperne di più su come alimentare il tuo amico nel modo più sano e gustoso leggi le nostre guide:

    Come cambiare alimentazione al cane senza drammi e in pochi giorni

    Dieta casalinga per il cane, per un’alimentazione naturale e personalizzata

    Quanto deve mangiare un cane? E quante volte al giorno?

guida completa sul bichon frisé: storia, aspetto fisico, carattere, salute, alimentazione, toelettatura e domande frequenti sulla razza.

Altri consigli per mantenere in forma il tuo Bichon Frisé

  1. E’ importante ricordarsi di sverminare periodicamente sia i cani cuccioli che gli esemplari adulti, in particolare se adottati da rifugi, canili o da privati.
  2. Fai attenzione ai parassiti stagionali, che possono essere molto pericolosi per la salute del tuo amico. Assicurati di effettuare la profilassi per filaria, leishmaniosi, pulci e zecche.
  3. Anche se il cane esce poco, le unghie vanno accorciate regolarmente per evitare che si faccia male quando corre. Leggi qui per sapere come fare.
  4. Questa razza è predisposta a infezioni del canale auricolare e sordità. La pulizia delle orecchie è assolutamente necessaria per evitare odori sgradevoli o patologie che possono influire anche sullo stato di salute del cane.
  5. Ricordati di controllare periodicamente lo stato delle ghiandole perianali per evitare  situazioni di disagio per il cane e cattivo odore. Per questa operazione rivolgiti al veterinario.
  6. E’ consigliabile effettuare una pulizia dentale quotidiana, o almeno ogni due giorni, per evitare problemi del cavo orale e caduta precoce dei denti. Se non riesci, opta per la Detartrasi professionale sotto sedazione quando necessario.

A chi è adatto il Bichon Frisé

Praticamente a tutti: si affeziona molto a tutti i membri della famiglia ed è socievole, intelligente ed ubbidiente.

E’ un cane da appartamento perfetto per la vita di casa, e oltre ad avere un carattere fantastico, il fatto che non faccia la muta è sicuramente un motivo di rilievo per scegliere questa razza di cani da compagnia.

E’ perfetto quindi per chi soffre di allergie al pelo o non vuole dover spazzolare di continuo casa e abiti. 

In generale il Bichon à Poil Frisé va d’accordo con i gatti e altri animali, ma questa condizione può variare da esemplare a esemplare.

Adora i bambini e gli anziani, per cui sarà perfetto anche per una famiglia alle prime armi senza molta esperienza in fatto di cani.

A chi non è adatto il Bichon Frisé

Per chi non può permettersi toelettature frequenti, è un cane da compagnia impegnativo in termini di investimento per via del taglio del mantello!

E per chi non ha il tempo di portarlo fuori casa tutti i giorni: è un cane tranquillo ma adora uscire, quindi non farti ingannare dal fatto che ami molto il divano.

Alcuni esemplari tendono ad abbaiare rumorosamente, per cui meglio fare attenzione alle regole della struttura in cui si vive.

Domande frequenti

Quanto costa il Bichon Frisé?

Bichon frisé prezzo: circa 800-1000 Euro. Se deciderai di acquistarne uno assicurati che sia testato per le malattie genetiche e che provenga da un buon allevamento.

Il Bichon Frisé perde pelo?

Assolutamente no, è una razza ipoallergenica e non fa la muta.

Il Bichon Frisé sbava?

No, non sbava nemmeno un po’!

Il Bichon Frisé puzza?

No, a meno che non sia molto sporco, non abbia un’infezione batterica o un alito cattivo, nel qual caso si consiglia una visita dal veterinario (tende a soffrire di problemi del cavo orale).

Se invece per puzza intendi le classiche puzzette fai attenzione all’alimentazione, che potrebbe non essere corretta.

I problemi più comuni che riguardano il cattivo odore del cane sono:

  • Alito cattivo, dovuto a scarsa igiene dentale
  • Ghiandole perianali non svuotate
  • Orecchie sporche
  • Mantello sporco
  • Periodo del calore nella femmina
  • Flatulenza

Fortunatamente nella maggior parte dei casi non si tratta di problematiche che compromettano la salute del cane, ma solo tu conosci bene il tuo pet e se noti qualcosa di anormale o di cui non sei sicuro fallo controllare da un veterinario.

Come toelettare il Bichon Frisé

Tosare un Bichon Frisé correttamente è difficile (deve avere la classica testa gonfia da orsacchiotto, ovvero il taglio che si definisce “alla Coreana”) e potresti ferirlo con le forbici, per cui in generale meglio lasciare che a fare il lavoro sia un esperto. 

 

Ma se vuoi comunque provare a fare da solo, per aiutarti con la toelettatura del tuo Bichon Frisé abbiamo preparato una guida passo a passo:

 

  1. Inizia con un bel bagno. Usa uno shampoo sbiancante e un balsamo (anche questo sbiancante) diluito per pulire a fondo il pelo.
  2. Asciuga il cane con un asciugacapelli ad alta velocità, cercando di rimuovere quanta più acqua possibile dal pelo.
  3. Utilizza una spazzola slicker e un asciugacapelli per pettinare il pelo, rimuovendo nodi e asciugando completamente. Puoi utilizzare un prodotto leave-in districante se necessario.
  4. Taglia e lima le unghie del cane.
  5. Pulisci e rimuovi i peli in eccesso dalle orecchie.
  6. Usa una lama #30 per tagliare intorno ai cuscinetti delle zampe.
  7. Con una lama #10, taglia le aree intime per igiene.
  8. Usa un pettine a scatto di taglia A per tagliare dal dietro le spalle alla base della coda, e dai punti delle spalle fino sotto la pancia.
  9. Continua con il pettine a scatto per tagliare la parte superiore esterna della coscia, seguendo un modello simile a quello di uno Schnauzer.
  10. Taglia dalla piega del ginocchio al punto della groppa, andando contro il verso del pelo.
  11. Taglia la pancia verso il petto, curvando sotto le ascelle.
  12. Arrotonda i piedi mentre il cane sta in piedi naturalmente sul tavolo.
  13. Solleva ogni zampa e taglia i peli che sporgono oltre i cuscinetti.
  14. Pettina e rifinisci i peli sulle gambe posteriori, partendo dal sedere.
  15. Segui la curvatura del ginocchio e taglia dalla piega fino al dito.
  16. Taglia entrambi i lati della gamba posteriore in linee dritte e parallele.
  17. Crea un angolo posteriore sul garretto, tagliando dal cuscinetto grande verso il garretto.
  18. Arrotonda i piedi anteriori usando gli stessi passaggi dei posteriori.
  19. Taglia le gambe anteriori in colonne parallele.
  20. Usa il pettine a scatto per tagliare la parte superiore del petto in direzione inversa fino al “V” del mento.
  21. Pulisci gli angoli interni degli occhi con forbici sfoltitrici o una lama #10.
  22. Pettina i peli sopra gli occhi in avanti e taglia la frangia.
  23. Taglia la parte posteriore della testa, lavorando in avanti e definendo dietro le orecchie.
  24. Pettina e taglia le orecchie e le guance, arrotondando le orecchie nella testa.
  25. Pettina i peli sulla sommità della testa verso l’esterno e taglia a forma di cupola rotonda. Usa forbici sfoltitrici e il modello a lama curva per unire tutto in modo rotondo e senza soluzione di continuità.
  26. Taglia il collo alla lunghezza desiderata e fai la transizione nel corpo.

Esiste il Bichon Frisé toy o nano?

No, ne esiste una taglia sola, e l’unica razza che esiste davvero in variante toy è il Barboncino.

Esiste il Bichon Frisé marrone o albicocca?

No, è ammesso solo il bianco. Marrone e albicocca sono colori di mantello del Barboncino, una razza molto simile al Bichon Frisé, con il pelo riccio e di piccola taglia.

Cosa fare se il mio Bichon Frisé abbaia molto?

Alcuni esemplari abbaiano parecchio, e purtroppo fa parte della loro natura, per cui sarà difficile eliminare in modo totale questo tipo di comportamento.

Puoi però cercare di educare il cane se non a smettere del tutto, almeno a limitare il fastidio.

  1. Cerca di capire perché il tuo cane abbaia. I cani possono abbaiare per vari motivi: attenzione, noia, paura, eccitazione, o come reazione a stimoli esterni come persone o altri animali. Assicurati che il tuo cane sia in buona salute. A volte l’abbaio eccessivo può essere un segno di disagio o dolore.
  2. Assicurati che il tuo cane riceva abbastanza esercizio fisico e stimolazione mentale. I cani che sono fisicamente e mentalmente stimolati sono meno propensi ad abbaiare per noia o frustrazione.
  3. Insegna al tuo cane il comando “silenzio” o “basta”. Quando inizia ad abbaiare, usa il comando e premialo quando smette di abbaiare. Usa un approccio positivo con premi e lodi.
  4. Se il tuo cane abbaia a stimoli esterni, come persone che passano davanti alla finestra, prova a limitare la sua visuale o l’accesso a queste aree.
  5. Se il tuo cane abbaia a persone o altri cani, potrebbe essere necessario lavorare sulla socializzazione. Esponilo gradualmente a varie situazioni in un ambiente controllato.
  6. Evita di dare attenzione al cane quando abbaia per ottenere qualcosa. Questo potrebbe rinforzare il comportamento.
  7. Ed evita sistemi invasivi come collari antiabbaio elettrici o a spruzzo, potrebbero essere traumatici per il tuo amico.

Se invece ancora non hai deciso quale razza adottare e stai cercando un cane che non abbaia o che abbaia poco, guarda la nostra guida: Cani che non abbaiano o che abbaiano poco: ecco le 43 razze ideali!

Come addestrare un Bichon Frisé?

L’addestramento del Bichon Frisé è un’esperienza gratificante sia per il cane che per il proprietario, grazie alla naturale intelligenza e al desiderio di compiacere della razza. 

Questi cani imparano rapidamente e rispondono bene agli approcci di addestramento positivi e coerenti. 

È importante iniziare l’addestramento da cuccioli, stabilendo regole chiare e utilizzando rinforzi positivi come lodi e premi. 

Il Bichon Frisé eccelle in addestramento all’obbedienza e può anche divertirsi con attività come l’agility, grazie alla sua agilità e vivacità. 

Tuttavia, possono essere testardi a volte, quindi la pazienza e la costanza sono fondamentali. L’addestramento sociale è altrettanto importante, poiché aiuta a prevenire la timidezza e promuove un comportamento equilibrato con altri cani e persone. 

In generale, con un approccio amorevole e coerente, il Bichon Frisé può essere addestrato a diventare un compagno ben educato e affettuoso.

Per i comandi di base procedi così: 

  1. Inizia l’addestramento non appena porti il cucciolo a casa. L’addestramento precoce è fondamentale per instillare buone abitudini, e questo riguarda tutti i cani, anche quelli piccoli.
  2. Esporre il tuo Bichon à Poil Frisé a nuove persone, animali e ambienti fin da piccolo aiuterà a prevenire problemi comportamentali futuri. E’ un cane socievole, ma trarrà beneficio dalla connessione con altre persone e animali.
  3. Insegna comandi di base come “seduto”, “sdraiato”, “resta”, “vieni” e “lascia”. Utilizza rinforzi positivi come premi e lodi quando il cane segue correttamente i comandi.
  4. Identifica te stesso come il leader del branco. Mostra coerenza nelle regole e nell’addestramento, ma evita il ricorso a metodi di addestramento aggressivi o crudeli.
  5. Insegna al tuo cane a camminare al guinzaglio senza tirare. Utilizza un guinzaglio e un collare comodi. Premia il cane quando cammina senza tirare.

E abbi sempre molta pazienza. E per maggiori informazioni leggi la nostra guida: Addestramento cani: guida completa per principianti

Altri articoli che potrebbero interessarti

Come eliminare i nodi dal pelo del cane in modo efficace e indolore

Come sbiancare il pelo del cane in modo naturale ed efficace

Nota dell’autore

Invito tutti i lettori a condividere la loro esperienza su questo argomento nella sezione dei commenti. 

Qualunque informazione che vorrete condividere su salute, carattere, prodotti e consigli sull’educazione o sulla dieta ci aiuteranno a creare una grande community di padroni che non solo amano i cani, ma che sanno anche come gestirli al meglio.

Fonti: Bichon Frise History: Time’s Sociable Survivor

Dallo Staff di Khani.it

Se questo post ti è stato utile e vuoi saperne di più sulla cura, sul benessere e sull’educazione del cane saremo felici di aiutarti. Trova qui tante informazioni utili per capire al meglio il tuo amico del cuore.

Disclaimer

Le informazioni riportate nel nostro sito sono di carattere generale e non sostituiscono in alcun modo il parere del veterinario o di esperti di settore. Per qualunque dubbio rivolgiti sempre al veterinario.

Solo perché tu lo sappia, potremmo raccogliere una piccola commissione o altri compensi dai collegamenti presenti in questa pagina e nel sito in generale, senza alcun costo aggiuntivo per te. Clicca sul link in rosso per scoprire i nostri prodotti preferiti!

Esplora il potere della leadership motivazionale nell'educazione del tuo cucciolo di cane: come insegnargli a sporcare fuori, ad andare al guinzaglio, a non mordere e tanto altro - guida completa!Guide Utili
Febbraio 18, 2024

Educare un cucciolo di cane: Le 7 Regole Della Leadership Motivazionale

Educare un cucciolo di cane: Le 7 Regole Della Leadership Motivazionale Hai appena adottato un cucciolo e non sai come educarlo nel modo migliore? In questa guida completa all'addestramento del…
Quanto vive un cane? Guida completa alla longevità canina e tabella con l'età media di 160 razze.Guide Utili
Febbraio 15, 2024

Quanto vive un cane? Scopri qui la longevità di 160 razze!

Quanto vive un cane? Scopri qui la longevità di 160 razze! Se ti sei mai chiesto quanto possa vivere il tuo amico a quattro zampe, sei nel posto giusto.  In…
Come usare lo shampoo a secco per cani: guida completa, consigli e migliori prodotti per un cane pulito e profumato anche senza l'acqua!Guide Utili
Febbraio 14, 2024

Come usare lo shampoo a secco per cani: guida completa e prodotti

Come usare lo shampoo a secco per cani: guida completa e prodotti Lo shampoo a secco è diventato una scelta popolare per i proprietari di animali domestici che desiderano mantenere…

Leave a Reply