Skip to main content

Bovaro del Bernese, il gigante dal cuore gentile

Silvia Capelli Scritto da Silvia Capelli Ultimo aggiornamento Dicembre 2, 2023

guida completa sul bovaro del bernese: aspetto, carattere, salute, storia, alimentazione, toelettatura e molto altro

Benvenuto nel mondo incantevole del Bovaro del Bernese, un gigante gentile che conquista il cuore di chiunque lo incontri. 

Questo post è dedicato a tutti gli amanti dei cani grandi, a quelli che non si accontentano di un amico ordinario e in particolare a coloro che sono affascinati da questa magnifica razza. 

Con il suo maestoso mantello tricolore e il suo carattere affabile, il Bovaro del Bernese si distingue come un compagno fedele ed equilibrato. 

In questo articolo, esploreremo le caratteristiche uniche che rendono il Bovaro del Bernese un membro ideale per la famiglia, adatto a diversi stili di vita. 

Dalla sua storia ricca di fascino alle sue esigenze di cura, passando per la sua personalità calma e protettiva, ci immergeremo nel mondo di questa razza canina straordinaria. 

Preparati a scoprire perché il Bovaro del Bernese non è solo un animale domestico di taglia grande, ma un vero e proprio stile di vita.

Storia del Bovaro del Bernese

Il nome non lascia adito a dubbi: il Bovaro del Bernese ha origine nelle montagne della Svizzera e nelle Prealpi Bernesi, per l’esattezza nel Cantone di Berna.

E’ una razza molto molto antica, e si trovano già le tracce di un cane molto simile risalenti a ben 2000 anni fa, al tempo degli Etruschi e dei Romani.

Sui progenitori della razza non ci sono certezze, ma si suppone che derivi dal San Bernardo e dal Rottweiler.

In precedenza veniva chiamato Berner Sennenhund, ed era utilizzato come cane da traino per il trasporto di latte, formaggio e altri prodotti tra un villaggio e l’altro, un lavoro che richiedeva una costituzione robusta e uno spirito indipendente e capace di risolvere i problemi che potevano presentarsi lungo il viaggio.

A quei tempi il piccolo commercio si effettuava con i carretti, e questo monumentale colosso era il motore perfetto: era instancabile ed estremamente resistente al freddo, ma tollerava bene anche il caldo.

Era capace di adattarsi al clima di montagna come a quello delle campagne svizzere, ed era estremamente fedele al padrone, a cui ubbidiva con la massima diligenza.

Questi cani da pastore erano anche ottimi cani da guardia nelle fattorie e con le mandrie, sempre all’erta e istintivamente consapevoli di ciò che accadeva intorno alla fattoria. 

Erano davvero un aiuto prezioso per i montanari dell’epoca, che continuarono a utilizzare il Bovaro del Bernese come cane da lavoro e da guardia fino alla metà dell”800.

Sfortunatamente l’introduzione di altre razza in Svizzera, in particolare quella del San Bernardo, in combinazione con l’utilizzo di macchinari per il trasporto agricolo, ridussero bruscamente le unità di Bernesi presenti nella regione.

All’inizio del passaggio dal XIX al XX secolo, quando gli appassionati svizzeri di cani iniziarono la ricerca di razze autoctone, il grande geologo e appassionato di cani Dr. Albert Heim fu fondamentale nel preservare gli standard di razza del Bovaro del Bernese.

Fu anche grazie a un grande amante della razza e allevatore, un oste di nome Schertenleib, che questo imponente Bovaro non arrivò all’estinzione.

Verso la fine del 1800 riuscì infatti a recuperare vari esemplari con le giuste caratteristiche e a dare nuova vita a questo bellissimo animale.

Successivamente questo cane da pastore venne incrociato anche con il Terranova, e iniziarono ad apparire vari allevamenti a lui dedicati. Il primo Club della razza fu fondato in Svizzera nel 1907.

L’introduzione del Bovaro del Bernese in America iniziò nel 1936 con l’importazione di due cani dalla Svizzera, un maschio e una femmina, portati dall’allevatore Glen Shadow di Ruston in Louisiana. 

Il 13 aprile 1937, il signor Shadow ricevette una lettera dall’American Kennel Club, che dichiarava il riconoscimento ufficiale del Bernese come nuova razza nel Gruppo di Lavoro. 

Da quei pochi esemplari il numero della razza è cresciuto costantemente. Il numero di esemplari è aumentato in tutto il mondo, e le capacità e l’adattabilità della razza hanno reso il Bovaro del Bernese una preziosa aggiunta al mondo dei cani da compagnia.

Ma cercare un equilibrio tra bellezza, talento nel lavoro e carattere equilibrato è stato parte del lavoro costante fatto dagli appassionati dai primi giorni fino ad oggi. 

Questi cani sono stati e sono ora allevati per uno scopo ben preciso, ovvero per servire come compagni senza perdere il grandissimo talento naturale di cani da lavoro. 

La valorizzazione delle qualità distintive della razza sono state preservate, mantenendo inalterata l’abilità di mandriano e cane da guardia di quella bellissima razza, anche se per molti esemplari i pascoli sono solo un lontano ricordo.

Bovaro del Bernese, il gigante dal cuore gentile in breve

Buono con i bambini
Amichevole con gli animali
Protettivo
Facile da addestrare
Ha bisogno di esercizio
Amichevole con gli sconosciuti
guida completa sul bovaro del bernese: aspetto, carattere, salute, storia, alimentazione, toelettatura e molto altro

Carattere del Bovaro del Bernese

Nel caso del Bovaro del Bernese il vino buono non sta nelle botti piccole: questo gigantesco animale è di una dolcezza infinita.

Il Bovaro del Bernese è noto per il suo carattere dolce e la sua natura affabile, che lo rendono un compagno ideale per famiglie e amanti dei cani. 

Questa razza si distingue per la sua lealtà, la sua pazienza e il suo temperamento equilibrato.

E’ affettuoso, calmo ed estremamente pacato. Ama sia dare che ricevere affetto, ed è molto Nonostante le sue dimensioni imponenti, il Bovaro del Bernese può adattarsi alla vita in appartamento se gli viene fornito esercizio fisico adeguato. 

Tuttavia, preferisce avere spazio per muoversi, quindi una casa con un giardino è l’ideale.

Questa razza è eccezionalmente tollerante e paziente con i bambini, anche se data la mole imponente, è meglio supervisionare l’interazione tra il cane e i bambini molto piccoli.

I Bovari del Bernese tendono ad essere amichevoli anche con gli estranei e altri animali, specialmente se socializzati da giovani.

Il Bovaro del Bernese è intelligente e desideroso di compiacere, il che rende l’addestramento piuttosto semplice. 

Questa razza richiede esercizio regolare per mantenere la salute fisica e mentale. Passeggiate quotidiane e sessioni di gioco sono essenziali per soddisfare le loro esigenze di esercizio.

Come premesso, questi cani non sono noti per essere aggressivi. Tutto il contrario: tendono infatti ad essere cani calmi e socievoli. 

Non hanno una forte tendenza alla fuga, ma come tutti i cani, dovrebbero essere tenuti al guinzaglio o in un’area recintata per la loro sicurezza.

Questa razza non ha una forte predisposizione al morso. L’addestramento precoce e la socializzazione sono cruciali per prevenire comportamenti indesiderati. 

Per quanto riguarda l’abbaio, i Bovari del Bernese non sono particolarmente vocali, ma possono abbaiare per attirare l’attenzione o avvisare della presenza di estranei.

Prima di adottarne uno, meglio ricordare che questo cane non tollera la solitudine: se lasciato in casa solo troppo a lungo potrebbe deprimersi, oppure diventare irruento, combinando involontari disastri poco piacevoli per i proprietari.

Curiosità sul Bovaro del Bernese

Questo cane ha un senso dell’umorismo tutto suo, se così possiamo definirlo, che ha addirittura un nome, la risata di Berner.

Quando questo eterno cucciolone riesce a far ridere il suo proprietario continuerà a ripetere l’azione nel tentativo di farlo ridere di nuovo.

Chi potrà mai resistere a un cane che non solo ti fa ridere, ma vuole farti ridere di continuo?

guida completa sul bovaro del bernese: aspetto, carattere, salute, storia, alimentazione, toelettatura e molto altro

Bovaro del Bernese Caratteristiche fisiche

Il Bovaro del Bernese fa parte della categoria dei quattro magnifici cani da lavoro Sennenhund (cani da pastore), originari delle aree agricole della Svizzera. 

Questi cani tricolori, che condividono caratteristiche simili con gli altri membri del gruppo (Il Bovaro dell’Appenzell, Il Bovaro dell’Entlebuch e il Grande Bovaro Svizzero).

Ma hanno caratteristiche ben precise che li distinguono dagli altri Bovari, in particolare il loro lungo e lussureggiante mantello.

NB: questi sono gli standard fissati da FCI e ENCI e quindi validi per l’Europa. Standard di taglia, colore o manto sono ammessi da AKC o altre federazioni, ad esempio quella Canadese. Per maggiori informazioni controlla gli standard del paese che ti interessa.

Le foto presenti in questo sito possono rappresentare sia gli standard FCI che quelli di AKC o altre federazioni.

Classificazione ENCI F.C.I

  • Gruppo 2 Cani di tipo Pinscher e Schnauzer, Molossoidi e cani bovari svizzeri.
  • Sezione 3 Cani Bovari Svizzeri.
  • Senza prova di lavoro.

Dimensioni

Ce n’è una sola, e il peso non è stabilito, ma deve essere equilibrato per l’altezza e la struttura dell’animale

  • Bovaro del Bernese maschio altezza al garrese 66-68 cm, peso approssimativo 40-50 kg
    Bovaro del Bernese femmina altezza al garrese 60-63 cm, peso approssimativo 38-45 kg

Tipo di pelo e mantello

Lungo, brillante, può essere liscio o leggermente ondulato.

Colori

La base deve essere di colore nero corvino con macchie fuoco intenso alle guance, sopra gli occhi, su tutti e quattro gli arti ed al petto.

Deve esserci la presenza di macchie bianche distribuite come segue in modo da ottenere un mantello tricolore:

  1. Macchia bianco puro sulla testa, nettamente delimitata e simmetrica, verso il tartufo si allarga ai due lati della canna nasale per disegnare il bianco del muso, ma senza raggiungere le focature al di sopra degli occhi, ed il bianco del muso non deve sorpassare la commessura delle labbra.
  2. Zona bianca ininterrotta e moderatamente larga sul collo e sul petto.
  3. In aggiunta, sono ricercati i piedi bianchi e la punta della coda bianca.
  4. Sono anche tollerate una piccola macchia bianca sulla nuca e una piccola macchia bianca sotto la coda.

Testa

Grande, ma in armonia con il resto del corpo, con il muso possente. Il tartufo è nero come le labbra, gli occhi sono marroni e la mascella di chiude a forbice.

Corpo

Solido, con buona muscolatura ma armonico, con arti forti.

Coda 

Folta, arriva almeno al garretto. Portata bassa a riposo, si alza fino all’altezza della linea dorsale quando il cane è in movimento.

Per saperne di più sulle caratteristiche fisiche del Bovaro del Bernese leggi la scheda ufficiale di ENCI.

Quanto vive un Bovaro del Bernese

Come tutte le razze di cani di taglia grande anche il Bovaro del Bernese non è estremamente longevo: la sua aspettativa di vita è infatti di circa 10 anni.

Ma l’esemplare più vecchio finora registrato ha compiuto ben 15 anni e 2 mesi!

guida completa sul bovaro del bernese: aspetto, carattere, salute, storia, alimentazione, toelettatura e molto altro

Malattie del Bovaro del Bernese

Il Bovaro del Bernese, nonostante sia un cane dalla costituzione forte e robusta, può essere soggetto a diverse malattie genetiche tipiche della razza. 

Ecco una lista con alcune delle più frequenti:

  • Otite e Sordità Congenita: L’otite è un’infiammazione dell’orecchio che può essere frequente in questa razza a causa delle loro orecchie pendenti. La sordità congenita è una condizione ereditaria in cui il cane nasce con una ridotta capacità uditiva o senza udito.
  • Allergie Alimentari e del Pelo, Dermatiti: Questi cani possono sviluppare allergie a certi ingredienti alimentari o ambientali, che possono causare prurito, irritazione della pelle e dermatiti.
  • Displasia dell’Anca e del Gomito: Questa è una malformazione delle articolazioni dell’anca e del gomito che può portare a dolore, zoppia e artrite.
  • Ectropion: Si tratta di un errato posizionamento della palpebra inferiore, che si allontana dal bulbo oculare, potendo causare secchezza e irritazione dell’occhio.
  • Atrofia Progressiva della Retina: Questa condizione degenerativa dell’occhio porta gradualmente alla perdita della vista e può culminare in cecità.
  • Istiocitosi Maligna: È una forma di tumore che colpisce gli organi interni. Questa malattia è particolarmente preoccupante poiché può essere letale.
  • Malattia di Von Willebrand: È un disturbo della coagulazione del sangue, che può causare sanguinamenti eccessivi anche per ferite minori.
  • Torsione Gastrica: Questa è una condizione grave in cui lo stomaco si gonfia e si torce, intrappolando il gas e i fluidi. Senza un intervento di emergenza, può essere fatale.
  • Problemi Cardiaci: I Bovari del Bernese possono essere predisposti a varie malattie cardiache, che possono variare da lievi a gravi.
  • Epilessia: Questa condizione neurologica può causare convulsioni ricorrenti e richiede una gestione veterinaria. Come ci spiega questo studio, la patologia colpisce i cani affetti anche da giovani, con manifestazioni tra uno e tre anni di età.

Alimentazione del Bovaro del Bernese

Nei cani di taglia molto grande evitare problemi legati al sovrappeso deve essere una priorità, e l’alimentazione deve essere curata sia in termini di quantità che di qualità.

Alimentazione del cucciolo 

Lo svezzamento del cucciolo di Bovaro del Bernese inizia verso le 4 settimane di età. A partire dal primo mese di vita potrai inserire del mangime specifico per cuccioli.

Va bene anche della carne macinata senza grassi o del cibo umido, iniziando con un pasto al giorno in combinazione con il latte materno.

Tra il primo e il secondo mese i pasti a base di cibo solido dovranno essere somministrati circa 3/4 volte al giorno, e tre a partire dal secondo mese di vita. 

Alimentazione dell’adulto di Bovaro del Bernese

Per qualche motivo si ha la tendenza a somministrare un solo pasto al giorno ai cani di taglia grande, ma è sbagliato.

Anche nel caso di questa razza concedere due pasti può essere utile, sia per evitare che il cane resti a stomaco vuoto per troppe ore.

I pasti devono essere bilanciati e contenere il giusto apporto di proteine, carboidrati, grassi e minerali.

Il cibo secco (crocchette per cani)

La scelta più naturale è quella di optare per cibo secco di buona qualità, attenendosi alle dosi consigliate per peso ed età.

Assicurati di sceglierne uno adatto per le grandi dimensioni e con le caratteristiche giuste per la razza (in commercio se ne trovano addirittura alcune varietà specifiche per i Bovari)

Analizza sempre la composizione e soprattutto l’apporto di vitamine e minerali, indispensabile per mantenere in forma i nostri cani.

L’utilizzo del cibo umido come unica alternativa è sconsigliabile, ma se ne può aggiungere una piccola quantità per rendere più gradevole il cibo secco.

La dieta casalinga per cani

Se invece non volessi somministrare cibo industriale e volessi cucinare per il tuo cane, la scelta più indicata per la preparazione di cibo casalingo ricade su prodotti primari da somministrarsi prevalentemente bolliti.

I pasti devono contenere carboidrati, proteine e verdure nel giusto equilibrio, ed essere somministrati nella dose corretta in base a peso e dispendio di energia.

Per saperne di più su come alimentare il tuo amico nel modo più sano e gustoso leggi le nostre guide:

Come cambiare alimentazione al cane senza drammi e in pochi giorni

Dieta casalinga per il cane, per un’alimentazione naturale e personalizzata

Quanto deve mangiare un cane? E quante volte al giorno?

Quanto cresce un Bovaro del Bernese?

Anche se ogni soggetto è un caso a sé, il Bovaro del Bernese avrà una crescita proporzionale nell’arco dei primi due anni di vita, che possiamo approssimare come segue:

ETA’ IN MESIMASCHIO KGFEMMINA KG
12,5 – 4,51,8 – 3,6
26,8 . 11,35,4 – 10,9
39,1 – 15,99,0 – 14,1
415,9 -24,913,6 – 20,4
518,1 – 27,218,1 – 24,9
622,7 – 31,820,4 – 29,5
724,9 – 3423,9 – 31,8
829,5 – 38,624,9 – 34
931,8 – 40,827, 2 – 36,3
1031,8 – 43,129,3 -38,6
1134,1 – 45,429,5 – 38,6
1234, 1 – 47,629,5 – 40,8
2436,3 – 52,231,8 – 43,1

 

guida completa sul bovaro del bernese: aspetto, carattere, salute, storia, alimentazione, toelettatura e molto altro

Toelettatura del Bovaro del Bernese

Il Bovaro del Bernese si distingue per il suo mantello setoso e tricolore, un vero e proprio simbolo distintivo nel panorama dei cani da pastore. 

Tuttavia, mantenere tale splendore richiede cure regolari e costanti. Oltre a tenere il pelo del tuo Bovaro del Bernese pulito e sano, dovrai occuparti anche di altre parti del suo corpo, come unghie e orecchie. 

Anche se la toelettatura richiede impegno, è un momento speciale per rafforzare il legame con il tuo amico a quattro zampe e dimostrargli tutto il tuo amore.

E pur essendo un cane di grandi dimensioni, la toelettatura del Bernese può essere eseguita anche a casa, con un po’ di pazienza e di tempo a disposizione. 

E con i prodotti giusti, ovviamente! Ma vediamo cosa ti serve, e come procedere! 

I prodotti

I Bovari del Bernese hanno un doppio mantello: un sottopelo e un lungo pelo superiore. Utilizzare strumenti di alta qualità ti aiuterà a curare e mantenere in salute entrambi gli strati. Dovresti procurarti:

Spazzolatura

Spazzola il tuo cane diverse volte a settimana: i Bovari del Bernese possono perdere molto pelo, soprattutto se vivono in casa. 

La spazzolatura regolare aiuta a limitare la perdita di pelo, che è costante, anche se ovviamente aumenta notevolmente nella stagione della muta. 

Cerca di spazzolare il tuo Bovaro del Bernese ogni due/tre giorni, e quotidianamente nel periodo di muta stagionale.

Se il mantello del tuo cane avesse dei nodi usa il pettine rastrello  per pettinare sia il sottopelo che il pelo superiore, e lo strumento deshedding per rimuovere il sottopelo morto. 

Se i nodi sono troppo grandi, usa il pettine a denti stretti o tagliali con le forbici. Evita di tirare per non far male al tuo cane.

Dopo aver pettinato il pelo del tuo Bovaro del Bernese, usa il cardatore. Questo distribuirà gli oli naturali della pelle attraverso il mantello, rendendolo sano e lucido. Spazzola nella direzione della crescita del pelo.

Alcune aree del mantello del tuo cane richiedono attenzione extra. Ad esempio, dedica più tempo a spazzolare il pelo sul petto e non trascurare il pelo sul ventre e sulle cosce interne.

E non dimenticare l’area della testa e del muso, che è delicata ma prona ad accumulare nodi e grovigli difficili da sciogliere.

Bagno

Il mantello del Bovaro del Bernese respinge lo sporco facilmente, quindi il tuo amico non avrà bisogno di bagni frequenti. 

Fai il bagno al tuo cane solo quando inizia a emanare cattivo odore, o in caso di emergenza, altrimenti limitati a un lavaggio ogni 2 o 3 mesi minimo, così non rovinerai gli oli naturali del suo pelo.

Ecco alcune cose da tenere a mente quando fai il bagno al tuo Bovaro:

  1. Poiché questa razza tende a perdere pelo, è importante spazzolare il cane prima di metterlo nella vasca. Si raccomanda inoltre di usare un filtro per la vasca prima di scaricare l’acqua del risciacquo.
  2. Assicurati che la temperatura sia giusta prima di lavarlo, e soprattutto che non sia troppo calda.
  3. Assicurati di proteggere gli occhi del tuo animale domestico e di non fare entrare l’acqua nel canale uditivo.

Per il bagno procedi così:

  1. Metti delle palline di cotone nelle orecchie del cane. Bagna il pelo con acqua tiepida, facendo attenzione a non usare acqua troppo calda o fredda. 
  2. Applica lo shampoo delicatamente, evitando occhi, orecchie e naso. 
  3. Risciacqua bene per rimuovere i prodotti, che potrebbero irritare la pelle del cane.

Taglio

I peli lunghi in diverse parti del corpo del Bovaro del Bernese dovrebbero essere tagliati, ma non troppo. 

E’ sufficiente procedere con una leggera spuntatura dei peli tra i cuscinetti delle zampe e intorno ai piedi per dare una bella forma, e sfoltire i punti in cui ci sia una crescita eccessiva o il mantello presenti una forma disordinata.

Il mantello del Bovaro del Bernese non va mai tagliato completamente: la tosatura non serve a rinfrescare il cane, il cui doppio mantello ha esattamente la funzione di proteggere l’animale dagli sbalzi delle temperature stagionali.

Ma non solo: il taglio corto finirebbe per rovinare la consistenza del manto, per cui evita e limitati al trimming leggero che ti abbiamo consigliato.

E se è una situazione di emergenza, evita il fai da te e rivolgiti ad un toelettatore professionista.

Come finire la toelettatura

  1. Spazzola i Denti del Tuo Cane: Una buona igiene dentale è essenziale per la salute generale del cane. Spazzola i denti del tuo cane quotidianamente o almeno due o tre volte a settimana.
  2. Taglia le Unghie: Mantieni le unghie del tuo cane ben tagliate, tagliandole circa una volta al mese.
  3. Controlla e Pulisci le Orecchie: Mantieni le orecchie del tuo Bovaro del Bernese pulite e sane. Usa un detergente per orecchie raccomandato dal veterinario.
  4. Pulisci l’area intorno agli occhi: assicurati di rimuovere sporcizia e materiale di scarico, e di evitare nodi proprio in quell’area delicata.
guida completa sul bovaro del bernese: aspetto, carattere, salute, storia, alimentazione, toelettatura e molto altro

Altri consigli per mantenere in forma il tuo Bovaro del Bernese

  1. E’ importante ricordarsi di sverminare periodicamente sia i cani cuccioli che gli esemplari adulti, in particolare se adottati da rifugi, canili o da privati.
  2. Fai attenzione ai parassiti stagionali, che possono essere molto pericolosi per la salute del tuo amico. Assicurati di effettuare la profilassi per filaria, leishmaniosi, pulci e zecche.
  3. Anche se il cane esce poco, le unghie vanno accorciate regolarmente per evitare che si faccia male quando corre. Leggi qui per sapere come fare.
  4. Questa razza è predisposta a infezioni del canale auricolare e sordità. La pulizia delle orecchie è assolutamente necessaria per evitare odori sgradevoli o patologie che possono influire anche sullo stato di salute del cane.
  5. Ricordati di controllare periodicamente lo stato delle ghiandole perianali per evitare  situazioni di disagio per il cane e cattivo odore. Per questa operazione rivolgiti al veterinario.
  6. E’ consigliabile effettuare una pulizia dentale quotidiana, o almeno ogni due giorni, per evitare problemi del cavo orale e caduta precoce dei denti. Se non riesci, opta per la Detartrasi professionale sotto sedazione quando necessario.

Per chi è adatta la razza Bovaro del Bernese

Il Bovaro del Bernese è adatto a tipologie diverse di proprietari, grazie al suo temperamento equilibrato e alla sua natura affettuosa. 

Grazie alla loro natura paziente e tollerante, i Bovari del Bernese sono ottimi compagni per le famiglie con bambini. 

Sono protettivi e dolci, il che li rende perfetti per chi cerca un compagno peloso che sia anche un buon baby sitter.

Sebbene non siano eccessivamente energici, amano le passeggiate e le attività all’aperto. 

Sono compagni ideali per le persone che amano fare passeggiate quotidiane e passare ili tempo all’aria aperta.

Preferiscono avere spazio per muoversi, quindi sono maggiormente adatti a chi possiede una casa con un giardino recintato dove possono giocare e esplorare in sicurezza.

Sono estremamente leali e formano legami stretti con i loro proprietari, diventando eccellenti compagni per chi cerca un legame profondo con il proprio cane.

Per chi non è adatto il Bovaro del Bernese

Data la loro taglia, è importante che i proprietari siano in grado di gestire fisicamente un cane grande e possano fornire le cure necessarie, ma anche che sappiano controllare il cane con la giusta autorità.

No quindi a chi non ha nessuna esperienza di cani, poiché animali di questa stazza necessitano di un controllo che includa una leadership positiva, ma anche forza fisica.

I proprietari devono essere consapevoli delle potenziali questioni di salute della razza, e disposti a fornire le cure veterinarie necessarie.

Ovviamente questa razza non è ideale per chi vive in spazi molto  ristretti, ma anche per chi sta fuori casa molto o ha un budget ridotto per la spesa alimentare.

Domande frequenti

Quanto costa un cucciolo di Bovaro del Bernese?

Un cucciolo di Bovaro del Bernese ha un prezzo medio di circa 500-2000 euro, se proveniente da un allevamento serio e testato per le malattie genetiche.

Il Bovaro del Bernese perde pelo?

Si, ne perde molto. Fa la muta due volte l’anno ma anche in tempi normali la perdita di pelo è consistente.

Il Bovaro del Bernese puzza?

Generalmente no, e la puzza potrebbe essere il segnale d’allarme che qualcosa non va nell’animale, o che ha problemi ormonali.

I problemi più comuni che riguardano il cattivo odore sono:

  • Alito cattivo, dovuto a scarsa igiene dentale
  • Ghiandole perianali non svuotate
  • Orecchie sporche
  • Mantello sporco
  • Periodo del calore nella femmina
  • Flatulenza (le classiche puzzette, spesso dovute a cattiva alimentazione)

Niente di serio, ma se noti che Fido si comporta in modo strano o sembra stare poco bene portalo comunque dal veterinario.

Il Bovaro del Bernese sbava?

Si, ha la tendenza a sbavare, è una caratteristica piuttosto comune nella razza.

Ovviamente se sbava per eccitazione o dopo l’esercizio fisico non è un problema, ma se si presenta una salivazione intensa, anormale e accompagnata da altri sintomi particolari meglio portare il cane dal veterinario.

Come addestrare il Bovaro del Bernese?

Trattandosi di una razza molto intelligente l’addestramento non è un grosso problema. Ti basterà un po’ di pazienza e il tuo Bernese imparerà in fretta.

Fallo esercitare in un posto tranquillo ma porta sempre con te guinzaglio e pettorina.

Inizia con i comandi di base quali

  • Seduto
  • A terra
  • Vieni
  • Stop o Fermo

Se preferisci, potrai insegnargli i comandi di base a casa e poi quelli in movimento all’aperto. L’addestramento non deve protrarsi per più di 30 minuti consecutivi, così non si annoierà troppo.

Premia il piccolo con qualche snack. E se hai difficoltà acquista un clicker, un piccolo strumento sonoro che ti potrà aiutare a migliorare la sessione di lavoro.

Per saperne di più sull’addestramento del cane leggi la nostra guida: Addestramento cani: guida completa per principianti

Dallo staff di Khani.it

Altri articoli che potrebbero interessarti

Incrocio tra Golden Retriever e Bovaro del Bernese: un cane speciale!

Cani che non perdono pelo: 37 razze a prova di spazzola e allergia!

Migliori cucce per cani da interno – Guida all’acquisto perfetto

Nota dell’autore

Invito tutti i lettori a condividere la loro esperienza su questo argomento nella sezione dei commenti. 

Qualunque informazione che vorrete condividere su salute, carattere, prodotti e consigli sull’educazione o sulla dieta ci aiuteranno a creare una grande community di padroni che non solo amano i cani, ma che sanno anche come gestirli al meglio.

Fonti

THE HISTORY AND STANDARD OF THE BERNESE MOUNTAIN DOG

Bernese Mountain Dog History: From Working Dogs to Devoted Pets

Dallo Staff di Khani.it

Se questo post ti è stato utile e vuoi saperne di più sulla cura, sul benessere e sull’educazione del cane saremo felici di aiutarti. Trova qui tante informazioni utili per capire al meglio il tuo amico del cuore.

Disclaimer

Le informazioni riportate nel nostro sito sono di carattere generale e non sostituiscono in alcun modo il parere del veterinario o di esperti di settore. Per qualunque dubbio rivolgiti sempre al veterinario.

Solo perché tu lo sappia, potremmo raccogliere una piccola commissione o altri compensi dai collegamenti presenti in questa pagina e nel sito in generale, senza alcun costo aggiuntivo per te. Clicca sul link in rosso per scoprire i nostri prodotti preferiti!

guida completa sul basenji: carattere, storia, aspetto, salute e mantenimento del cane che non abbaiaCani Piccoli
Luglio 22, 2022

Basenji (Cane del Congo): il cane antico dall’indole indipendente

Basenji (Cane del Congo): il cane antico dall'indole indipendente Il Basenji è un cane di taglia medio piccola, con pelo corto e con una simpatica coda arricciata caratteristica della razza. …
malattie del cocker spanielGuide Utili
Dicembre 12, 2022

Malattie del Cocker Spaniel Inglese: diagnosi e prevenzione

Malattie del Cocker Spaniel Inglese: diagnosi e prevenzione Il Cocker Spaniel Inglese sta vivendo un momento di grande popolarità: questo bellissimo cagnolino di taglia media sta davvero spopolando in tutto…
colite emorragica caniSalute
Agosto 4, 2023

Colite Emorragica nel cane: una malattia grave che devi conoscere

Colite Emorragica nel cane: una malattia grave che devi conoscere Se il tuo cane ha la colite, ma hai riscontrato la presenza di sangue nelle feci non dovuta ad una…

Leave a Reply