Skip to main content

Secrezioni dell’occhio del cane: cause, pulizia e rimedi

Silvia Capelli Scritto da Silvia Capelli Ultimo aggiornamento Gennaio 12, 2024

guida completa alle secrezioni degli occhi del cane: cause, come pulirli, e i migliori prodotti e rimedi casalinghi per ogni problema oculare

Benvenuto nel nostro blog dedicato agli amanti dei cani! Oggi affronteremo un argomento molto importante per la cura quotidiana del tuo fedele amico a quattro zampe: la pulizia degli occhi. Mantenere gli occhi del tuo cane puliti non è solo una questione di igiene, ma è fondamentale per prevenire infezioni e garantire la salute di questi organi così delicati.

In questo post esploreremo brevemente le cause per cui gli occhi del cane si sporcano, i migliori prodotti e rimedi naturali per la pulizia degli occhi del cane, offrendo consigli pratici e soluzioni semplici per rendere questo compito meno stressante sia per te che per il tuo cane.

Perché il mio cane ha gli occhi sporchi?

Molti cani hanno gli occhi sporchi, costantemente oppure temporaneamente. Si tratta di secrezioni di tipo, consistenza e colore diverso, che possono dipendere da svariate cause:

  • Secrezioni chiare e acquose: Sono spesso il risultato di irritazioni o allergie. Possono essere causate da allergeni ambientali come polline, polvere o fumo. Anche una lieve irritazione fisica, come un corpo estraneo nell’occhio (ad esempio, un granello di sabbia), può causare una secrezione acquosa.
  • Secrezioni verdi o gialle, pastose o semisolide: Questo tipo di secrezione è spesso un segno di infezione batterica. Le secrezioni possono essere dense e si accumulano spesso negli angoli degli occhi o lungo le palpebre. Le infezioni possono essere localizzate nell’occhio o possono essere parte di una condizione sistemica.
  • Secrezioni biancastre o grigiastre: Queste possono indicare un problema cronico, come la cheratocongiuntivite secca (occhi secchi), dove c’è una produzione insufficiente di lacrime normali. A volte, queste secrezioni possono essere il risultato di una guarigione o di un’infiammazione cronica. 
  • Secrezioni rosse o marroni (Macchie Lacrimali): Queste non sono vere e proprie secrezioni, ma piuttosto macchie causate dalla colorazione delle lacrime. Sono comuni in alcune razze e in cani con pelo chiaro. Le macchie lacrimali possono essere causate da una varietà di fattori, tra cui problemi ai dotti lacrimali, stress, dieta, e qualità dell’acqua.

Inoltre, anche la presenza di parassiti all’interno dell’occhio o i traumi esterni, ad esempio lo sfregamento o i graffi, possono causare la fuoriuscita di secrezioni oculari.

Ovviamente, è importante determinare la causa della presenza di secrezioni oculari. Mentre alcune possono essere innocue, altre possono indicare problemi più seri che richiedono attenzione veterinaria.

Poiché nessuno può sostituire il parere del medico veterinario, i rimedi per la pulizia dell’occhio del cane sono consigliati le secrezioni dovute agli allergeni ambientali, oppure per rimuovere le macchie della lacrimazione rossa.

Per tutto il resto affidati al tuo veterinario di fiducia, ed evita di usare colliri farmaceutici o medicinali per gli occhi senza prescrizione, poiché alcuni prodotti possono essere dannosi se usati in modo inappropriato.

guida completa alle secrezioni degli occhi del cane: cause, come pulirli, e i migliori prodotti e rimedi casalinghi per ogni problema oculare

Come pulire gli occhi del cane in modo efficace

Molti proprietari di cani si trovano spesso in difficoltà quando si tratta di pulire gli occhi del loro animale domestico. 

Capire come farlo in modo sicuro e efficace può essere una sfida, soprattutto se il tuo cane non ama essere toccato in quella zona. 

Innanzitutto, se hai appena adottato un cucciolo, dovresti abituarlo fin da subito alla pulizia oculare regolare.

Se invece il tuo cane è adulto, nessun problema, potrebbe volerci un po’ di pazienza ma dopo qualche tentativo si lascerà manipolare senza opporre troppa resistenza.

E ora vediamo come procedere per la rimozione delle secrezioni oculari:

  1. Per prima cosa, lavati le mani: è importante che siano pulite per non correre il rischio di immettere sporco o batteri nell’occhio del tuo amico.
  2. Porta il cane in un ambiente tranquillo, in modo che non sia distratto, stimolato o spaventato da suoni e persone. Approfitta di un momento in cui è rilassato.
  3. Se il cane è piccolo, potresti volerlo tenere sulle ginocchia. Per i cani più grandi, è meglio che stiano seduti o in piedi su una superficie stabile. Assicurati che il cane sia ben bilanciato e sicuro.
  4. Cerca di portarti al livello degli occhi del cane. Se il cane è su una superficie rialzata, come un tavolo, assicurati che sia sicuro e non rischi di cadere.
  5. Sia che tu sia seduta o in piedi, assicurati di essere stabile o ben ferma sulle gambe se non hai il cane in braccio. Posizionarti davanti a lui creerà una barriera che gli indicherà che non può sottrarsi all’intervento.
  6. Avvicinati al cane in modo calmo e delicato. Evita movimenti bruschi che potrebbero spaventarlo.
  7. Questo punto potrebbe variare in base al tipo di prodotto, ma se usassi una garza o un batuffolo di cotone, solleva la palpebra superiore e pulisci delicatamente la zona intorno all’occhio. Parti dall’angolo interno (quello verso il naso) e sposta la garza verso l’esterno, per evitare contaminazione batterica. Rimuovi lo sporco delicatamente, butta la garza, prendine una nuova e passa all’altro occhio. Assicurati di non toccare l’interno dell’occhio, garza e cotone potrebbero irritare questo organo così delicato.

Se necessario, chiedi a un’altra persona di aiutarti tenendo dolcemente il cane per darti maggiore controllo durante la pulizia. 

Questo è particolarmente utile per cani vivaci, ma al tempo stesso avere due persone addosso potrebbe innervosire un cane ansioso. Regolati in base al temperamento del tuo pet.

E per finire, usa un tono di voce rassicurante e premia il tuo cane con elogi o piccoli snack durante e dopo la pulizia per associare l’esperienza a qualcosa di positivo.

guida completa alle secrezioni degli occhi del cane: cause, come pulirli, e i migliori prodotti e rimedi casalinghi per ogni problema oculare

Cosa posso usare pulire gli occhi del cane?

Personalmente, sono a favore del rapporto massima semplicità per massima efficacia. Per questo motivo, per pulire gli occhi dei miei cani, ambedue di una delle razze maggiormente soggette al problema dell’epifora, utilizzo dei prodotti per animali specifici per la pulizia oculare.

In particolare, ho trovato di facile uso le pratiche salviettine del dito per la pulizia degli occhi del cane, che sono ideali per lo scarico normale quotidiano, non sono irritanti ed hanno un prezzo decisamente moderato.

Per secrezioni più importanti invece, ma soprattutto in presenza di cute irritata o con piccole lesioni, meglio affidarsi ad un prodotto ad effetto cicatrizzante e rigenerante. Questo che abbiamo provato ha lo stesso PH delle lacrime, e quindi non irrita l’occhio del cane.

Inoltre, nel caso di occhi secchi o arrossati, per ridurre le secrezioni può essere utile un collirio per cani.

Altri  prodotti di uso comune per la pulizia dell’occhio del cane sono i seguenti:

Soluzione fisiologica

La soluzione fisiologica, comunemente chiamata soluzione salina (anche se c’è una leggera differenza tra i due termini in campo medico), è probabilmente il rimedio più utilizzato per la pulizia dell’occhio del cane.

Con il termine Soluzione Fisiologica ci si riferisce a una soluzione salina isotonica, che ha la stessa concentrazione di sali (0,9% di cloruro di sodio) del sangue e delle lacrime del corpo umano. 

Questa concentrazione è ideale per evitare irritazioni quando viene utilizzata per scopi medici, come la pulizia di ferite o la somministrazione di farmaci per via endovenosa.

Assicurati di utilizzare una soluzione salina senza additivi o conservanti, che potrebbero essere presenti in alcune soluzioni destinate ad altri usi, come quelle per le lenti a contatto.

Poiché è un prodotto formulato per gli esseri umani e non per i cani, personalmente consiglio di scegliere una soluzione salina indicata per i neonati, che sarà sicuramente delicata.

Uso: la soluzione fisiologica, o soluzione salina, può essere utilizzata direttamente senza diluizione, purché non contenga additivi.

Applicazione: Imbevi un batuffolo di cotone o una garza morbida nella soluzione e strizzala leggermente. Pulisci delicatamente intorno all’occhio, evitando di toccare la superficie oculare.

La soluzione fisiologica è il prodotto migliore per la pulizia degli occhi del cane, ed è quello maggiormente consigliato tra quelli che seguono in elenco.

Nel caso di cani con congiuntivite dovuta a corpi estranei nell’occhio del cane (sabbia, polvere, etc), può essere utilizzata per effettuare un lavaggio oculare due volte al giorno, previo consulto con il veterinario.

Se invece la congiuntivite è batterica o virale è necessario affiancare la pulizia ad un trattamento specifico per il problema.

Olio di cocco

L’olio di cocco è il vero toccasana tra i prodotti naturali: non solo viene aggiunto alla dieta del cane per migliorare la sua funzione metabolica, ridurre l’infiammazione e rafforzare il sistema immunitario, ma viene usato anche sulla pelle come antimicotico, emolliente e lucidante per il pelo.

Ma pochi sanno che questo prezioso rimedio naturale può servire anche per la pulizia degli occhi, oltre che delle orecchie e delle pieghe del muso dei cani brachicefali.

Uso: anche se in questo caso è per uso topico, scegline uno biologico e spremuto a freddo, è di qualità migliore e potrai usarlo anche come integratore alimentare per il tuo amico.

Applicazione: Imbevi un batuffolo di cotone o una garza morbida in un cucchiaino di olio e pulisci delicatamente intorno all’occhio.

Aloe vera in gel

Come l’olio di cocco, anche il gel di aloe vera può essere utilizzato per la pulizia degli occhi del cane, grazie alla sua texture leggera, alle proprietà lenitive e curative e al potere antibatterico. 

Ovviamente parliamo di gel 100% naturale, senza additivi, profumi o altri prodotti chimici.

Uso: Se decidi di usare l’aloe vera, applicala solo sulla pelle intorno agli occhi, non sulla superficie oculare o all’interno delle palpebre. Usa solo una piccola quantità e osserva attentamente la reazione del tuo cane. Se noti rossore, gonfiore, prurito o disagio, smetti immediatamente di usarla e consulta un veterinario. Questo potrebbe dipendere non tanto dal gel in sé ma dal fatto che non sia puro. Non usarlo in caso di ferite o abrasione della cute.

Applicazione: Imbevi un batuffolo di cotone o una garza morbida in un po’ di aloe e pulisci delicatamente intorno all’occhio.

guida completa alle secrezioni degli occhi del cane: cause, come pulirli, e i migliori prodotti e rimedi casalinghi per ogni problema oculare

Camomilla

La camomilla è conosciuta per il suo potere lenitivo, in particolare nel caso di occhi infiammati.

Impacchi di camomilla (usando bustine di tè di camomilla) possono essere utilizzati per lenire occhi irritati, ma la bevanda può sostituire i prodotti comuni per la pulizia degli occhi.

Uso: Poiché va bollita, assicurati che l’infuso sia completamente freddo. Puoi anche conservarlo in frigorifero per qualche giorno, ma è più efficace se preparata sul momento, e se fredda potrebbe infastidire il cane.

Applicazione:  Imbevi un batuffolo di cotone o una garza morbida nella tazza e pulisci delicatamente intorno all’occhio. Se invece vuoi usare le bustine per gli occhi arrossati, se il cane sta fermo applica l’impacco freddo intorno all’occhio del cane per alcuni minuti, premendo delicatamente con la mano. Assicurati che non sia troppo bagnato e non lasciarlo sugli occhi per periodi prolungati.

Acqua di rose

L’acqua di rose è spesso utilizzata per le sue proprietà lenitive e rinfrescanti sulla pelle umana, ma può essere utile anche per pulire gli occhi del cane.

Assicurati che l’acqua di rose sia di alta qualità e priva di additivi, alcol, oli essenziali o profumi, che possono essere irritanti o dannosi per gli occhi del cane.

Uso:  anche in questo caso, applicala solo sulla pelle intorno agli occhi, non sulla superficie oculare o all’interno delle palpebre

Applicazione: applicala con un batuffolo di cotone o una garza morbida, pulendo delicatamente intorno all’occhio. Non inumidire eccessivamente il batuffolo di cotone per evitare che il liquido coli negli occhi.

Acqua tiepida

L’acqua non ha nessun potere disinfettante, antimicotico, antibatterico, e neppure proprietà calmanti o lenitive, ma può essere usata per pulire gli occhi dei cani.

Se non hai altro a disposizione, assicurati che sia non solo potabile, ma anche filtrata (puoi usare quella naturale in bottiglia invece di quella del rubinetto per maggior sicurezza).

Applicazione: applicala con un batuffolo di cotone o una garza morbida, pulendo delicatamente intorno all’occhio. Non inumidire eccessivamente il batuffolo di cotone per evitare che il liquido coli negli occhi. Per evitare contaminazione batterica  ricordati di cambiare sempre la garza o il cotone, soprattutto se la versi da una bottiglietta direttamente sopra il cotoncino. E se l’acqua non contiene nulla di nocivo, evita comunque di toccare l’interno dell’occhio del cane, che potresti comunque ferire accidentalmente.

guida completa alle secrezioni degli occhi del cane: cause, come pulirli, e i migliori prodotti e rimedi casalinghi per ogni problema oculare

Come pulire la lacrimazione rossa sotto gli occhi dei cani

Le lacrime rosse o brunastre sotto gli occhi dei cani sono una condizione ben nota ai proprietari dei cani bianchi, in particolare quelli di piccola taglia come Maltesi, Bolognesi e Barboncini.

Queste antiestetiche secrezioni marroni possono avere varie cause, e le macchie rossastre non sono altro che la manifestazioni di queste.

Di conseguenza, non possono essere eliminate se non si cura il problema che le origina con una terapia mirata.

Pulire queste antiestetiche macchie è spesso difficile, se non impossibile, ma quello che si può fare, oltre a intervenire per eliminare la causa scatenante, è trattare le macchie con i prodotti giusti.

Anche in questo caso, preferisco evitare il fai da te ed affidarmi a prodotti specifici studiati per i cani.

Per la pulizia del pelo ci sono gli smacchiatori per le lacrime, che eliminano i batteri che le provocano e non hanno effetto irritante.

In alternativa c’è un prodotto un po’ meno semplice ma efficace e composto da una pratica polvere anti macchia, che, appoggiata sulla superficie rossa o marrone, ne assorbe il colore.

Va però detto che gli smacchiatori per il pelo non hanno un effetto immediato: il pelo si schiarisce, e la situazione migliora applicazione dopo applicazione.

Ma ovviamente, poiché si tratta di un problema che va trattato dall’interno, se la lacrimazione rossa continua a presentarsi sbiancare totalmente il pelo e mantenerlo candido sarà un’impresa impossibile.

Con un po’ di pazienza e i prodotti giusto il brutto colore brunastro si chiarirà poco a poco, migliorando decisamente l’estetica del cane.

Spesso lo scarico oculare rende il pelo sotto gli occhi appiccicoso e difficile da pettinare o pulire. Se pulirli diventa troppo difficile e il cane non si lascia toccare, elimina il pelo colloso tagliandolo con una forbice corta a punte tonde oppure con una piccola tosatrice per parti delicate che ti permetterà di accorciare il pelo sporco in quel punto particolare con meno rischi e meno stress per l’animale.

Se invece preferisci utilizzare dei rimedi casalinghi, ecco cosa puoi fare:

Acqua borica

Alcuni toelettatori suggeriscono l’uso di acqua borica, nota anche come soluzione di acido borico, che può essere utilizzata per la pulizia leggera degli occhi del cane.

L’acqua borica può avere un effetto schiarente sul pelo, ma come i prodotti antimacchia non è risolutiva e non fa tornare il pelo al suo colore naturale dopo un solo utilizzo.

Inoltre, a differenza dei prodotti da banco che sono formulati appositamente per il cane e quindi maggiormente sicuri, è fondamentale usare la giusta diluizione e la giusta procedura, per garantire la sicurezza e l’efficacia. 

L’acqua borica generalmente si acquista già diluita perché sia indicata per uso veterinario (acqua borica al 3%), ma può essere diluita anche a casa, anche se personalmente, non ne vedo il motivo.

Una diluizione comune per l’uso sugli occhi è di circa un cucchiaino di acido borico in polvere in una tazza di acqua distillata o bollita e poi raffreddata. 

Assicurati di mescolare bene fino a quando l’acido borico non si è completamente sciolto.

È importante utilizzare acqua distillata o bollita per garantire che la soluzione sia sterile e sicura per l’uso sugli occhi.

Per pulire le macchie usa un batuffolo di cotone, una garza morbida o un panno pulito e morbido specifico per l’uso oculare.

Imbevi il batuffolo di cotone o la garza nella soluzione di acqua borica. Strizzalo per rimuovere l’eccesso di liquido, assicurandoti che sia umido ma non gocciolante. 

Pulisci delicatamente intorno all’area degli occhi del cane, evitando di toccare direttamente la superficie oculare. 

Precauzioni: Prima di utilizzare l’acqua borica, è essenziale consultare un veterinario, specialmente se il cane ha segni di infezione o irritazione oculare. Osserva attentamente per eventuali segni di irritazione o reazione allergica e interrompi immediatamente l’uso se noti rossore, gonfiore, o se il cane sembra provare disagio. Non usare l’acqua borica se non sei sicuro della diluizione corretta o della procedura di applicazione.

Se il problema delle macchie è molto fastidioso, ci sono integratori per ristabilire il corretto PH delle ghiandole lacrimali e salivari, che si possono acquistare senza ricetta e sono sicuri se somministrati agli animali domestici.

Bicarbonato di sodio

Pulire le macchie sotto gli occhi del cane con il bicarbonato di sodio è una pratica che alcuni proprietari di animali domestici utilizzano, ma è importante procedere con cautela. 

Il bicarbonato di sodio può essere irritante se entra in contatto con gli occhi del cane. È essenziale evitare che la polvere o la soluzione entrino direttamente negli occhi.

Se decidi di usarlo, il bicarbonato di sodio dovrebbe essere applicato solo sulla pelle e sul pelo esterno, lontano dagli occhi. 

Puoi creare una pasta leggera mescolando il bicarbonato di sodio con un po’ d’acqua e applicarla delicatamente sulle macchie, evitando il contatto con gli occhi.

Per farlo senza errori, puoi utilizzare un bastoncino per le orecchie o uno di quei minuscoli cucchiaini che spesso si trovano nelle confezioni delle creme per il viso.

Perché sia efficace, l’applicazione dovrebbe durare fino a quando la pasta si secca, e potrebbero volerci anche 10 o 15 minuti.

Mentre la pasta si secca, il cane dovrebbe restare tranquillo e non grattarsi gli occhi, così che la pasta o la polvere di bicarbonato non gli entrino negli occhi. Questo ne rende l’utilizzo difficile, e anche rischioso.

Dopo l’applicazione, assicurati di rimuovere completamente il bicarbonato di sodio con un panno umido o con un risciacquo delicato, evitando anche in questo caso che i residui possano entrare negli occhi del cane.

Precauzioni: Osserva attentamente per eventuali segni di irritazione cutanea o disagio. Se noti rossore, prurito o altri segni di irritazione, smetti di usare il bicarbonato e consulta un veterinario.

Qualunque sia il prodotto che deciderai di usare, è importante non dimenticare che la lacrimazione rossa è un problema che va trattato dall’interno

Se questo non succede, sbiancare totalmente il pelo e mantenerlo candido sarà un’impresa impossibile.

guida completa alle secrezioni degli occhi del cane: cause, come pulirli, e i migliori prodotti e rimedi casalinghi per ogni problema oculare

Posso pulire gli occhi del cane con l’acqua ossigenata?

Assolutamente no! Non devi mai pulire gli occhi del cane con l’acqua ossigenata o altri prodotti chimici, che potrebbero danneggiare seriamente la visione del cane, e probabilmente non risolverebbero nemmeno il problema.

Posso pulire gli occhi del cane con l’aceto?

L’aceto è tra i prodotti che vengono consigliati su molti siti per la pulizia delle macchie oculari del cane.

L’aceto è noto per avere proprietà lucidanti per i capelli umani, un ammorbidente per i panni in lavatrice e un ottimo sgrassante per le superfici, ma è davvero il caso di utilizzarlo per una parte così delicata come il contorno occhi del cane?

Il suo effetto blando potrebbe pulire gli occhi, ma il suo forte odore pungente e duraturo non è gradito alla quasi totalità dei cani, che ne sarebbero infastiditi.

Se deciderai di farlo, prima di tutto assicurati che il cane stia tranquillo durante l’applicazione.

Diluisci l’aceto con acqua. Una proporzione comune è una parte di aceto (preferibilmente aceto di mele per la sua maggiore delicatezza) e una parte di acqua.

Usa un batuffolo di cotone o una garza morbida imbevuta nella soluzione diluita. Strizzalo per rimuovere l’eccesso di liquido.

Pulisci delicatamente la zona macchiata sotto gli occhi, facendo attenzione a non avvicinarti troppo agli occhi. Non permettere che la soluzione entri in contatto con gli occhi del cane.

Dopo aver applicato la soluzione, usa un panno umido per rimuovere qualsiasi residuo di aceto dalla pelle.

Precauzioni: Limita l’uso di questa soluzione a non più di una volta alla settimana, poiché un uso frequente può causare irritazione. Osserva attentamente per eventuali segni di irritazione cutanea o disagio. Se noti rossore, prurito o altri segni di irritazione, smetti di usare l’aceto e consulta un veterinario.

Come posso rimuovere le croste dagli occhi del mio cane?

Se le secrezioni oculari si sono indurite e hanno formato delle croste, dovrai rimuoverle con molta delicatezza.

Applica su una garza o su un batuffolo di cotone un prodotto specifico per la pulizia degli occhi del cane, la soluzione salina o un po’ di olio di cocco.

Prendi la testa del cane con una mano e mantienila gentilmente in posizione ferma, e poi inizia a pulire dall’angolo interno dell’occhio verso l’esterno.

Sfrega delicatamente fino a quando la crosta non si staccherà da sola, ma fai attenzione a non far male al tuo amico.

Se la crosta è molto dura, cerca di ammorbidirla bagnandola con la soluzione salina o l’olio di cocco per qualche minuto prima di rimuoverla, oppure bagnala prima con acqua tiepida.

Se invece la crosta non è dovuta a secrezioni normale ma ad una lesione (questo succede non solo in caso di ferite, ma croste e abrasioni possono presentarsi nei cani che soffrono di malattie autoimmuni, come pemfigo foliaceo o vasculite) evita di rimuovere la crosta e parla con il veterinario, che saprà consigliarti un prodotto medicinale indicato per il tuo problema.

Ogni quanto deve pulire gli occhi del mio cane?

La frequenza può variare in base al problema, per la pulizia di routine l’ideale è pulire gli occhi almeno due volte alla settimana.

In conclusione…

La pulizia degli occhi del tuo cane è un aspetto fondamentale della cura quotidiana, che contribuisce non solo al suo comfort ,ma anche alla sua salute generale. 

Mentre i rimedi casalinghi come le soluzioni saline sterili possono essere efficaci per la pulizia di routine e per alleviare il disagio minore, è cruciale ricordare che questi metodi non sostituiscono il trattamento di eventuali problemi medici sottostanti. 

Monitorare attentamente la salute degli occhi del tuo cane e consultare regolarmente un veterinario sono passi essenziali per garantire che qualsiasi problema oculare venga identificato e trattato tempestivamente. 

Ricorda, prendersi cura degli occhi del tuo cane non è solo una questione di igiene, ma un atto d’amore che migliora la qualità della sua vita e rafforza il legame che condividete.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Quella fastidiosa lacrimazione rossa: l’Epifora nel cane

Come sbiancare il pelo del cane in modo naturale ed efficace

Anomalia dell’occhio del Collie (CEA)

Nota dell’autore

Invito tutti i lettori a condividere la loro esperienza su questo argomento nella sezione dei commenti. 

Qualunque informazione che vorrete condividere su salute, carattere, prodotti e consigli sull’educazione o sulla dieta ci aiuteranno a creare una grande community di padroni che non solo amano i cani, ma che sanno anche come gestirli al meglio.

Dallo Staff di Khani.it

Se questo post ti è stato utile e vuoi saperne di più sulla cura, sul benessere e sull’educazione del cane saremo felici di aiutarti. Trova qui tante informazioni utili per capire al meglio il tuo amico del cuore.

Disclaimer

Le informazioni riportate nel nostro sito sono di carattere generale e non sostituiscono in alcun modo il parere del veterinario o di esperti di settore. Per qualunque dubbio rivolgiti sempre al veterinario.

Solo perché tu lo sappia, potremmo raccogliere una piccola commissione o altri compensi dai collegamenti presenti in questa pagina e nel sito in generale, senza alcun costo aggiuntivo per te. Clicca sul link in rosso per scoprire i nostri prodotti preferiti!

Esplora il potere della leadership motivazionale nell'educazione del tuo cucciolo di cane: come insegnargli a sporcare fuori, ad andare al guinzaglio, a non mordere e tanto altro - guida completa!Guide Utili
Febbraio 18, 2024

Educare un cucciolo di cane: Le 7 Regole Della Leadership Motivazionale

Educare un cucciolo di cane: Le 7 Regole Della Leadership Motivazionale Hai appena adottato un cucciolo e non sai come educarlo nel modo migliore? In questa guida completa all'addestramento del…
Quanto vive un cane? Guida completa alla longevità canina e tabella con l'età media di 160 razze.Guide Utili
Febbraio 15, 2024

Quanto vive un cane? Scopri qui la longevità di 160 razze!

Quanto vive un cane? Scopri qui la longevità di 160 razze! Se ti sei mai chiesto quanto possa vivere il tuo amico a quattro zampe, sei nel posto giusto.  In…
Come usare lo shampoo a secco per cani: guida completa, consigli e migliori prodotti per un cane pulito e profumato anche senza l'acqua!Guide Utili
Febbraio 14, 2024

Come usare lo shampoo a secco per cani: guida completa e prodotti

Come usare lo shampoo a secco per cani: guida completa e prodotti Lo shampoo a secco è diventato una scelta popolare per i proprietari di animali domestici che desiderano mantenere…

Leave a Reply