Skip to main content

Congiuntivite nel cane: trattamento e prodotti

Silvia Capelli Scritto da Silvia Capelli Ultimo aggiornamento Dicembre 5, 2023

Guida completa alla congiuntivite nel cane : cause, sintomi, trattamenti e prodotti utili per la cura e la gestione della malattia.

Benvenuto nel nostro blog dedicato al mondo dei cani, dove oggi affronteremo un argomento importante per la salute del tuo amico a quattro zampe: la congiuntivite nel cane. 

Questa comune infiammazione dell’occhio può colpire cani di tutte le età e razze, causando disagio e dolore, se non trattata adeguatamente, può portare a complicazioni più gravi. 

In questo post esploreremo le cause, i sintomi, le opzioni di trattamento e i modi per prevenire la congiuntivite, fornendo consigli pratici e informazioni utili per aiutarti a prenderti cura al meglio degli occhi del tuo fedele compagno.

Che tu sia semplicemente curioso o che tu abbia un cane con la congiuntivite, queste informazioni ti aiuteranno a garantire il benessere e la salute oculare del tuo amato quattrozampe.

Cos’è la congiuntivite nel cane?

La congiuntivite nel cane è un’infiammazione o un’irritazione della congiuntiva, il tessuto sottile e trasparente che riveste la parte interna delle palpebre e la superficie dell’occhio. 

Questa condizione è abbastanza comune nei cani, e può interessare solo un un occhio (congiuntivite monolaterale) oppure  entrambi gli occhi (congiuntivite bilaterale).

La congiuntivite può essere scatenata da diversi fattori, e manifestarsi con sintomi diversi in  base al tipo di infezione e al soggetto.

La congiuntivite può essere acuta, ovvero dovuta ad un evento occasionale, oppure cronica, quando è dovuta a patologie particolari o condizioni che non possono essere trattate. Come ad esempio le anomalie congenite del canale lacrimale.

Generalmente invece la congiuntivite acuta è una condizione trattabile che può risolversi in tempi abbastanza brevi, e la terapia dipende dal tipo di congiuntivite in essere.

Non deve essere sottovalutata e deve essere richiesto l’intervento tempestivo del veterinario, anche perché gli occhi del cane sono soggetti a problematiche di varia natura, a volte anche gravi, come ad esempio:

  • Glaucoma: Aumento della pressione all’interno dell’occhio che può causare arrossamento, dolore e, in alcuni casi, lacrimazione. Il glaucoma richiede un trattamento immediato per prevenire danni permanenti alla vista.
  • Uveite: Infiammazione dell’uvea, la parte media dell’occhio, che può causare rossore, dolore e fotofobia. Può essere scatenata da infezioni, traumi o malattie autoimmuni.
  • Distichiasi: Crescita anormale di ciglia che sfregano contro la cornea o la congiuntiva, causando irritazione e sintomi simili alla congiuntivite.

Quando si presenta con maggiore frequenza?

La congiuntivite canina si presenta con maggior frequenza nella stagione calda, in particolare in primavera, quando polline e allergeni ambientali sono maggiormente diffusi.

Ma può verificarsi in qualunque momento dell’anno, dipendentemente dalla causa scatenante.

Guida completa alla congiuntivite nel cane : cause, sintomi, trattamenti e prodotti utili per la cura e la gestione della malattia.

Quali sono le forme più comuni di congiuntivite?

La congiuntivite nel cane può essere scatenata da diverse cause, ognuna delle quali richiede un approccio specifico per il trattamento. Ecco le forme più comuni:

Congiuntivite Allergica

Questo tipo di congiuntivite è provocato da allergeni ambientali. I cani possono reagire a vari stimoli come pollini, erbe aromatiche, fumo di sigaretta, profumi, prodotti per l’igiene o essenze utilizzate in casa. Anche gli alimenti possono essere fonte di allergie che si manifestano con sintomi oculari. In questi casi, i sintomi sono quelli classici: gli occhi del cane diventano rossi, gonfi e lacrimosi, e il cane può manifestare prurito e disagio.

Congiuntivite Infettiva

La congiuntivite infettiva è causata da batteri o virus. In caso di congiuntivite virale, bisogna attendere che l’infezione faccia il suo corso, risolvendosi spontaneamente nel giro di 3-4 settimane. Se invece la congiuntivite è di origine batterica, è fondamentale una cura antibiotica. Questa forma può essere accompagnata da sintomi generali come abbattimento e febbre. La secrezione oculare può essere purulenta o acquosa, e l’infiammazione può essere piuttosto grave. Tra i virus che possono essere associati alla congiuntivite canina ci sono Cimurro, Herpes Canino e Influenza Canina. È importante trattare tempestivamente la congiuntivite infettiva per evitare complicazioni e per prevenire la diffusione dell’infezione ad altri animali.

Congiuntivite Traumatica

Comune nei Cani Brachicefali (come Bulldog, Pechinesi, e Carlino), questa forma di congiuntivite è dovuta all’esposizione eccessiva del globo oculare e alla sua scarsa protezione. Può essere causata da traumi diretti all’occhio o dalla presenza di corpi estranei come ad esempio polvere, sporcizia, sabbia, forasacchi o piccoli insetti. Questi incidenti possono causare graffi sulla superficie dell’occhio o altre lesioni che portano a sintomi quali rossore, rottura di capillari, infiammazione e dolore. Generalmente il cane tende a strofinarsi gli occhi con la zampa o contro superfici morbide, ad esempio divani e poltrone, aumentando il rischio di lesioni.

Anomalie congenite

I canali lacrimali nei cani permettono il drenaggio delle lacrime dagli occhi verso il naso. Quando questi canali si ostruiscono, le lacrime non possono defluire correttamente, causando un accumulo che può portare a irritazione e infiammazione dell’occhio. L’ostruzione può essere dovuta a un’anomalia congenita, poiché alcuni cani possono nascere con canali lacrimali anormalmente stretti o malformati. Questa condizione può manifestarsi con sintomi simili alla congiuntivite, come arrossamento, gonfiore e secrezione eccessiva.

Congiuntivite Parassitaria

La congiuntivite parassitaria è meno comune e si verifica quando un nematode, come la Thelazia, viene trasmesso all’occhio del cane, solitamente dalle mosche. Questi parassiti si annidano nell’occhio e nelle sue strutture circostanti, causando i sintomi tipici della condizione. I sintomi sono Infiammazione, secrezione e irritazione.

infezioni Fungine

Anche se meno comuni, le infezioni fungine possono causare congiuntivite nei cani. Queste infezioni possono essere provocate da funghi come quelli del genere Candida o Aspergillus. I cani con un sistema immunitario indebolito o quelli che vivono in ambienti umidi sono più suscettibili a queste infezioni. I sintomi possono variare in base al tipo di micosi, ma spesso si presentano arrossamento e infiammazione, secrezione con colore e consistenza anormale, gonfiore e ulcerazioni.

Entropion or Ectropion

Entropion ed ectropion sono due condizioni oculari comuni nei cani che riguardano le palpebre.

L’Entropion è una condizione in cui il bordo della palpebra si arrotola verso l’interno. Questo fa sì che le ciglia e la pelle della palpebra sfreghino contro la cornea e la congiuntiva, causando irritazione, dolore e potenzialmente anche lesioni alla superficie dell’occhio. I sintomi possono includere arrossamento, lacrimazione, sensibilità alla luce e sfregamento dell’occhio. L’entropion può essere causato da fattori genetici (alcune razze sono predisposte), traumi o infezioni. L‘ectropion è l’opposto dell’entropion e si verifica quando il bordo della palpebra si arrotola verso l’esterno, esponendo la congiuntiva interna. Questa esposizione può portare a secchezza oculare, irritazione e infezioni, poiché la protezione naturale dell’occhio è ridotta. I sintomi dell’ectropion possono includere occhi rossi, secchezza, secrezione e sensazione di corpo estraneo nell’occhio. Anche l’ectropion può avere una base genetica, essendo più comune in alcune razze di cani con palpebre pendenti.

Malattie Sistemiche

Alcune malattie che colpiscono l’intero organismo del cane possono manifestarsi anche con sintomi oculari, inclusa la congiuntivite. Esempi di queste condizioni includono malattie autoimmuni e disturbi endocrini come l’ipotiroidismo. In questi casi, la congiuntivite è spesso un segno di un problema più ampio che richiede un’indagine veterinaria completa, e può manifestarsi con sintomi diversi.

Guida completa alla congiuntivite nel cane : cause, sintomi, trattamenti e prodotti utili per la cura e la gestione della malattia.

Quali sono i sintomi comuni nella congiuntivite canina?

I sintomi della congiuntivite nel cane possono variare a seconda della causa sottostante, ma ci sono alcuni segni comuni:

  • Arrossamento e Gonfiore: La congiuntiva, il tessuto che riveste la parte interna delle palpebre e la parte anteriore dell’occhio, diventa rossa e gonfia.
  • Secchezza Oculare: La secchezza oculare, nota anche come cheratocongiuntivite secca, è una condizione in cui il cane non produce lacrime a sufficienza per mantenere l’umidità dell’occhio. 
  • Secrezione Oculare: Può esserci una secrezione chiara, mucosa o purulenta (gialla o verde) dagli occhi. La natura della secrezione può aiutare a determinare la causa della congiuntivite. Ad esempio, una secrezione chiara e acquosa simile a lacrime può indicare una congiuntivite allergica o irritativa, una secrezione più spessa e mucosa può essere un segno di congiuntivite virale, mentre una secrezione purulenta giallastra o verdognola, spesso densa, può indicare una congiuntivite batterica. Ma la diagnosi deve essere tassativamente fatta dal veterinario di fiducia.
  • Prurito e Sfregamento: I cani con congiuntivite spesso si sfregano gli occhi con le zampe o contro superfici, a causa del prurito o del disagio.
  • Lacrimazione Eccessiva: Può esserci un aumento della lacrimazione, che porta a occhi umidi o lacrimosi.
  • Fotofobia: Sensibilità alla luce, che porta il cane a cercare ambienti più bui o a chiudere frequentemente gli occhi.
  • Blefarospasmo: Chiusura involontaria della palpebra, dovuta al dolore o all’irritazione.
  • Complicazioni: Nei casi più gravi, la congiuntivite può portare a ulteriori complicazioni come ulcere corneali o problemi di visione.

Come si cura la congiuntivite nel cane?

Il trattamento della congiuntivite nel cane dipende dalla causa sottostante della condizione. 

Se nel caso semplice secchezza oculare o esposizione a polvere, fumo o prodotti per l’igiene potrebbe bastare un semplice prodotto oculare idratante da banco, per le altre forme è necessaria la visita di uno specialista.

Il primo passo è sempre una visita dal veterinario per ottenere una diagnosi accurata. Il veterinario può eseguire vari test, come l’esame della secrezione oculare o un esame approfondito dell’occhio, per determinare la causa della congiuntivite.

  • Se la congiuntivite è causata da un’infezione batterica, il veterinario di solito prescrive colliri o unguenti antibiotici. Tra i più comuni ci sono gentamicina per uso topico, tobramicina, ciprofloxacina e ossitetraciclina  È importante seguire le istruzioni del veterinario sulla frequenza e la durata del trattamento.
  • In caso di congiuntivite allergica, possono essere prescritti colliri antistaminici o corticosteroidi per ridurre l’infiammazione e l’irritazione. Inoltre, identificare e ridurre l’esposizione agli allergeni è un passo cruciale.
  • La congiuntivite virale di solito si risolve da sola grazie all’impiego di farmaci antivirali mirati a fermarsi l’infezione, ma il veterinario può prescrivere un trattamento di supporto per alleviare i sintomi e prevenire infezioni secondarie.
  • Se la congiuntivite è causata da un corpo estraneo nell’occhio, il veterinario dovrà rimuoverlo. Dopo la rimozione, potrebbe essere necessario un trattamento per ridurre l’infiammazione.
  • In caso di cheratocongiuntivite secca la terapia prevede l’utilizzo di ciclosporina o tacrolimus.
  • In presenza di Ectropion ed Entropion, oltre al trattamento con  trattamento può variare dalla gestione medica con colliri lubrificanti e antibiotici sarà necessario un intervento chirurgico per correggere la posizione delle palpebre.Oltre al trattamento prescritto, puoi aiutare il tuo cane a casa mantenendo l’area degli occhi pulita e libera da secrezioni. 
  • Le infezioni fungine possono essere difficili da trattare e richiedono spesso l’uso di antifungini specifici, sia topici che sistemici.
  • Assicurati che il tuo cane non si strofini o graffi gli occhi, poiché ciò può aggravare la condizione. 

Segui attentamente il progresso del trattamento e torna dal veterinario per un controllo se i sintomi non migliorano o se peggiorano.

Guida completa alla congiuntivite nel cane : cause, sintomi, trattamenti e prodotti utili per la cura e la gestione della malattia.

Quanto dura la congiuntivite canina?

Tutto dipende dal tipo di congiuntivite: in alcuni casi può durare pochi giorni, ma in quelli più gravi anche settimane o mesi.

La forma cronica invece potrebbe essere trattabile per alleviare i sintomi ma non curabile.

Quali sono i rimedi naturali per la congiuntivite?

E’ importante sottolineare che i cosiddetti rimedi naturali possono offrire sollievo dai sintomi lievi della congiuntivite nel cane, ma non devono mai sostituire il trattamento veterinario, specialmente in casi di congiuntivite grave o persistente. 

Quelli più comuni sono: 

Impacchi Freddi o Caldi: Applicare impacchi freddi o caldi (a seconda di ciò che sembra più confortevole per il cane) può aiutare a ridurre il gonfiore e l’irritazione. Usa un panno pulito inumidito con acqua fredda o tiepida e applicalo delicatamente sugli occhi chiusi del cane per alcuni minuti.

Camomilla: La camomilla ha proprietà lenitive e può essere utilizzata per fare impacchi oculari. Prepara un tè di camomilla, lascialo raffreddare completamente e poi usa un panno pulito per applicare il tè sugli occhi del cane. Assicurati che l’infusione sia a temperatura ambiente e non contenga zucchero o altri additivi.

Quello che può aiutare è il lavaggio oculare con soluzione sterile, per pulire l’occhio dalle secrezioni e da eventuali residui di polvere, sabbia o sporcizia.

Ma come premesso, i rimedi per la nonna non hanno alcuna funzione se non quella lenitiva per i sintomi di lievissima entità,

Sostituire la visita specialistica e i farmaci specifici con i rimedi naturali potrebbe causare non solo disagio e dolore al tuo amico, ma anche creare danni permanenti alla sua vista

Evita il fai da te e rivolgiti al veterinario di fiducia per identificare la causa della congiuntivite, ed agisci in fretta per il benessere del tuo pelosetto.

Come posso prevenire la congiuntivite nel cane?

Prevenire la congiuntivite nel cane implica una serie di misure atte a ridurre il rischio di esposizione a fattori che possono causare infiammazione o infezione agli occhi. Ecco alcuni consigli utili:

  1. Riduci la presenza di polvere, sporco e allergeni nella casa. Pulisci regolarmente i luoghi in cui il tuo cane trascorre la maggior parte del tempo.
  2. Tieni il tuo cane lontano da fumo di sigaretta, prodotti chimici aggressivi e ambienti molto polverosi o fumosi.
  3. Lava il cane esclusivamente con prodotti specifici per animali domestici (ce ne sono molti indicati per cani con gli occhi sensibili, esattamente come gli shampoo senza lacrime per i bambini).
  4. Controlla regolarmente gli occhi del tuo cane per segni di rossore, secrezione o irritazione. Pulisci delicatamente intorno agli occhi con un panno morbido e umido per rimuovere eventuali secrezioni o detriti, oppure con le salviettine oculari per cani. Se il cane ha gli occhi molto secchi, utilizza un collirio idratante per cani.
  5. Nei cani brachicefali o in quelli che amano esplorare cespugli e aree con vegetazione fitta, considera l’uso di occhiali protettivi per cani per prevenire lesioni agli occhi. Può sembrare un po’ strano all’inizio, ma gli occhiali per cani proteggono dalla polvere, dalla sabbia e dal sole, e possono essere utili se il tuo cane ha gli occhi estremamente sensibili. Sono anche ideali per chi porta il cane in bicicletta o in moto. Assicurati di scegliere la variante per cani di taglia piccola, media o grande.
  6. Assicurati che il tuo cane segua un’alimentazione equilibrata ricca di nutrienti essenziali, che può aiutare a mantenere un sistema immunitario forte.
  7. Utilizza regolarmente trattamenti antiparassitari per proteggere il tuo cane da zecche, pulci e mosche che possono trasmettere malattie o parassiti.
  8. Se noti segni di irritazione oculare, come arrossamento, secrezione o sfregamento degli occhi, consulta il veterinario il prima possibile.
Guida completa alla congiuntivite nel cane : cause, sintomi, trattamenti e prodotti utili per la cura e la gestione della malattia.

I cuccioli possono soffrire di congiuntivite?

Sì, esiste una forma di congiuntivite che colpisce in particolare i cuccioli, nota come “congiuntivite neonatale”

Questa condizione si verifica nei cuccioli molto giovani, spesso entro le prime settimane di vita. La congiuntivite neonatale può essere causata da diversi fattori, tra cui:

  • Infezioni Batteriche: I cuccioli possono essere esposti a batteri infettivi durante il parto o poco dopo. Questi batteri possono causare un’infezione agli occhi, portando a congiuntivite.
  • Chiusura Incompleta delle Palpebre: Nei cuccioli molto giovani, le palpebre possono non essere completamente sviluppate o possono non chiudersi correttamente, esponendo la superficie dell’occhio a irritazioni e infezioni.
  • Dotti Lacrimali Bloccati: I cuccioli possono nascere con dotti lacrimali bloccati, che impediscono il drenaggio adeguato delle lacrime. Questo può portare ad accumulo di batteri e infezioni.
  • Virus: Anche i virus, come quelli che causano il cimurro nei cani, possono essere responsabili della congiuntivite nei cuccioli.
  • Igiene Inadeguata: Un ambiente sporco o affollato può aumentare il rischio di infezioni oculari nei cuccioli.

È importante trattare la congiuntivite nei cuccioli tempestivamente per prevenire complicazioni e per garantire che i loro occhi si sviluppino correttamente. 

Il trattamento può includere l’uso di colliri o pomate antibiotiche, a seconda della causa sottostante. 

In ogni caso, se si sospetta una congiuntivite in un cucciolo, è fondamentale consultare un veterinario per una diagnosi accurata e un trattamento appropriato, soprattutto nel caso di un’infezione virale o batterica che potrebbe trasmettersi a tutta la cucciolata.

La congiuntivite è contagiosa per gli altri cani?

Si, può essere contagiosa, e va assolutamente evitata l’interazione del soggetto malato con altri cani nel caso in congiuntivite batterica o virale, o almeno fino a quando non si conosce la causa precisa.

La congiuntivite del cane è contagiosa per l’uomo?

La congiuntivite nei cani non è generalmente considerata infettiva per gli esseri umani. 

Nel caso di congiuntivite causata da infezioni batteriche o virali, è importante notare che i patogeni coinvolti sono spesso specifici della specie. 

Ciò significa che i virus o i batteri che causano la congiuntivite in un cane sono generalmente diversi da quelli che potrebbero causare la congiuntivite negli umani. Pertanto, il rischio di trasmissione diretta da cane a uomo è basso.

Tuttavia, è sempre una buona pratica mantenere un’igiene adeguata quando si gestiscono animali domestici con qualsiasi tipo di infezione o malattia, per ridurre al minimo il rischio di trasmissione di altri tipi di infezioni, o per evitare di aggravare la condizione dell’animale. 

Quali sono le razze più a rischio di congiuntivite?

Anche se la condizione può colpire qualunque cane senza limiti di età, razza o altri fattori, i cani più a rischio sono:

  • Segugi
  • Retrievers
  • Cocker
  • Barboni
  • Cani Brachicefali

Altri articoli che potrebbero interessarti

Anomalia dell’occhio del Collie (CEA)

Quella fastidiosa lacrimazione rossa: l’Epifora nel cane

Nota dell’autore

Invito tutti i lettori a condividere la loro esperienza su questo argomento nella sezione dei commenti. 

Qualunque informazione che vorrete condividere su salute, carattere, prodotti e consigli sull’educazione o sulla dieta ci aiuteranno a creare una grande community di padroni che non solo amano i cani, ma che sanno anche come gestirli al meglio.

Dallo Staff di Khani.it

Se questo post ti è stato utile e vuoi saperne di più sulla cura, sul benessere e sull’educazione del cane saremo felici di aiutarti. Trova qui tante informazioni utili per capire al meglio il tuo amico del cuore.

Disclaimer

Le informazioni riportate nel nostro sito sono di carattere generale e non sostituiscono in alcun modo il parere del veterinario o di esperti di settore. Per qualunque dubbio rivolgiti sempre al veterinario.

Solo perché tu lo sappia, potremmo raccogliere una piccola commissione o altri compensi dai collegamenti presenti in questa pagina e nel sito in generale, senza alcun costo aggiuntivo per te. Clicca sul link in rosso per scoprire i nostri prodotti preferiti!

Esplora il potere della leadership motivazionale nell'educazione del tuo cucciolo di cane: come insegnargli a sporcare fuori, ad andare al guinzaglio, a non mordere e tanto altro - guida completa!Guide Utili
Febbraio 18, 2024

Educare un cucciolo di cane: Le 7 Regole Della Leadership Motivazionale

Educare un cucciolo di cane: Le 7 Regole Della Leadership Motivazionale Hai appena adottato un cucciolo e non sai come educarlo nel modo migliore? In questa guida completa all'addestramento del…
Quanto vive un cane? Guida completa alla longevità canina e tabella con l'età media di 160 razze.Guide Utili
Febbraio 15, 2024

Quanto vive un cane? Scopri qui la longevità di 160 razze!

Quanto vive un cane? Scopri qui la longevità di 160 razze! Se ti sei mai chiesto quanto possa vivere il tuo amico a quattro zampe, sei nel posto giusto.  In…
Come usare lo shampoo a secco per cani: guida completa, consigli e migliori prodotti per un cane pulito e profumato anche senza l'acqua!Guide Utili
Febbraio 14, 2024

Come usare lo shampoo a secco per cani: guida completa e prodotti

Come usare lo shampoo a secco per cani: guida completa e prodotti Lo shampoo a secco è diventato una scelta popolare per i proprietari di animali domestici che desiderano mantenere…

Leave a Reply