Skip to main content

Starnuto inverso nel cane: cause e come fermarlo subito!

Silvia Capelli Scritto da Silvia Capelli Ultimo aggiornamento Ottobre 12, 2023

starnuto inverso cane

Il tuo cane starnutisce all’indietro e non sai perché, o come farlo smettere? Nessun problema, possiamo aiutarti sia a capire cos’è lo starnuto inverso che insegnarti come far riprendere il cane a respirare normalmente.

Leggi qui per scoprire cause, rimedi e come intervenire per migliorare la respirazione del tuo pelosetto.

Cos’è lo starnuto inverso nel cane?

Lo starnuto inverso, anche chiamato respirazione parossistica o più familiarmente starnuto all’indietro, è un evento naturale che si verifica in presenza di diversi fattori che possono peggiorare la respirazione del cane, ad esempio fumo o polvere.

Si tratta di un atto di respirazione forzata e difficoltosa durante il quale l’animale inspira rumorosamente e violentemente, ad intervalli molto ravvicinati.

Il cane cerca di espellere polvere o altri agenti dalle vie respiratorie poiché prova fastidio a livello della gola, e per questo si verifica lo starnuto.

In quel momento il muscolo del palato molle è soggetto ad uno spasmo, ovvero una contrazione involontaria e improvvisa, che successivamente provoca il restringimento della trachea.

A quel punto al cane non resterà altro da fare che tentare di migliorare l’atto di inspirare usando solo il naso, causando per l’appunto uno o più starnuti inversi.

Se la cosa ti preoccupa, sappi che lo starnuto inverso è un evento occasionale e non una patologia. Che succeda spesso o raramente, è una condizione scatenata da fattori esterni.

E anche se ci sono razze più predisposte, non dipende da fattori biologici, nemmeno nel caso dei cani Brachicefali.

Come si riconosce lo starnuto inverso?

Riconoscerlo è molto semplice anche per chi non l’ha mai visto accadere: il cane inizia a inspirare aria, emettendo un rumore particolare, quello che riconosciamo come lo starnuto inverso.

Il suono può anche essere simile al verso di un’anatra, oppure somigliare ad un fischio acuto oppure ad un sibilo.

Immagina di inspirare e che l’aria venga improvvisamente bloccata in gola, di tentare di nuovo e di non riuscirci.

Il cane potrebbe tentare di deglutire per cercare di respirare e dopo qualche secondo proverà di nuovo, cercando di allungare il collo per inalare.

Il suono emesso può essere considerato un sintomo nella diagnosi dello starnuto inverso, e può aiutarci a capire se siamo in presenza di un evento non preoccupante o di una possibile malattia.

Quali sono le cause dello starnuto inverso nel cane?

Come dicevamo, le cause non sono fisiche ,e vanno ricercate in un determinato agente scatenante.

Quelli più comuni sono:

  • Polvere
  • Fumo di sigaretta
  • Pollini
  • Allergia
  • Odori irritanti dovuti ad esempio a prodotti per la pulizia
  • Acari della polvere
  • Oggetti estranei in gola, ad esempio spighe di forasacco

Oppure può dipendere da altri fattori, quali ad esempio:

  • Tensione a livello della gola (il cane tira il guinzaglio con troppa forza)
  • Eccitazione
  • Affaticamento durante l’esercizio
  • Corsa ad alta velocità
  • Paura o stress
  • Collare stretto

Come ultima condizione, il palato molle o il passaggio nasale stretto possono favorire la comparsa di questa condizione.

starnuto inverso cane

Quali sono i tipi di starnuto inverso nel cane?

Lo starnuto inverso del cane può essere di due tipi:

  • Laringeo, spesso dovuto ad una patologia quale il collasso tracheale (che potrebbe necessitare una visita specialistica per scartare altre gravi condizioni, quali ad esempio problemi cardiaci, tumori, problemi ai polmoni o infezioni delle vie respiratorie). In questo caso l’evento sarà identificato dal rumore tipico del verso d’anatra o del fischio e del sibilo.
  • Faringeo, generalmente dovuto all’ispessimento del palato molle. In questo caso il suono emesso dal cane sarà simile a quello del russare. Il verificarsi dello starnuto inverso in questo caso non dovrebbe destare preoccupazioni.

Quanto dura lo starnuto inverso?

Lo starnuto inverso ha una durata piuttosto breve, più o meno di mezzo minuto. In alcuni casi la durata può protrarsi fino ad alcuni minuti.

Se invece gli episodi avessero durata molto lunga, molto frequente o avvenissero in presenza di altri sintomi tipici della difficoltà respiratoria, sarà il caso di rivolgersi al veterinario.

Quali sono i sintomi dello starnuto inverso nel cane?

Non ci sono dei veri e propri sintomi, in quanto non è una malattia, e l’unico modo per capire se l’evento che si sta verificando è proprio lo starnuto inverso sono per l’appunto gli starnuti, il tentativo di inalazione forzata e il rumore tipico del verso dell’anatra o del sibilo.

Come capire la gravità dello starnuto inverso?

Se abbiamo il classico starnuto niente di preoccupante, mentre se dal suono abbiamo il dubbio che possa trattarsi di collasso tracheale o altro dovremo rivolgerci al veterinario.

Ovviamente non va dimenticato che lo starnuto inverso deve durare pochi secondi: se continuasse ripetutamente, o si ripresentasse con una frequenza eccessiva, il cane potrebbe avere in gola un oggetto estraneo.

Cosa fare quando lo starnuto inverso si presenta?

Per fermare lo starnuto inverso puoi provare con un semplice trucchetto: chiudi con le dita le narici del cane e aspetta che inspiri e riprenda fiato.

Se quando togli le dita lo starnuto continua, ripeti una seconda volta, e dovrebbe sicuramente smettere.

In realtà se si tratta del semplice starnuto inverso non c’è molto da fare e non c’è bisogno di intervenire, bisogna lasciare che passi senza spaventare il cane.

Inutile tentare manovre estreme quali scuotere il cane, capovolgerlo o sollevarlo per le zampe posteriori, estrarre la lingua o altri rimedi fai da te per verificare che non abbia qualcosa in gola.

Oltre ad essere un trattamento inutile, il tentativo di liberare la via aerea forzatamente, se messo in atto senza esperienza, potrebbe peggiorare la situazione.

Meglio lasciare che l’episodio si esaurisca da solo senza stressare inutilmente il cane, oppure prova a chiudere le narici.

starnuto inverso cane

Quali sono le razze più predisposte per lo starnuto inverso nel cane?

Ovviamente tra le prime ci sono le razze brachicefale, ovvero quelle con il muso schiacciato. La respirazione è limitata dalle vie aeree strette e dalle narici corte, oltre che dall’inusuale conformazione della testa.

Tra queste razze ci sono soprattutto cani Brachicefali:

  • Bulldog francese
  • Bulldog Inglese
  • Boston Terrier
  • Boxer
  • Bull Mastiff
  • Carlino
  • Cavalier King
  • Lhasa Apso
  • Pechinese
  • Shar-Pei
  • Shih-tzu

Il fenomeno non è però limitato a questa categoria di cani e non è esclusivamente una questione di razza, e a volte può colpire anche cani di taglia molto piccola, di età avanzata oppure con uno stato di salute compromesso.

I cani di grandi dimensioni sono meno sensibili al problema di quelli di taglia piccola.

Come si previene lo starnuto inverso nel cane?

Trattandosi di un episodio occasionale, se si ha la certezza che non dipenda da una patologia di cui soffre il tuo animale, prevenirlo è difficile, e ovviamente non c’è nessuna cura.

L’unica cosa da fare è mantenere la casa pulita ed evitare che il cane venga a contatto con sostanze irritanti, incluso il fumo di sigaretta.

E se il cane sembra inspirare con il naso?

E’ la stessa cosa. Se il cane “tira su con il naso” come se avesse il raffreddore sta solo cercando di liberare le vie aeree.

Il cane può soffocare per lo starnuto inverso?

No, se si tratta di questo evento e non di una condizione diversa il cane non soffocherà, si riprenderà una volta che il flusso dell’aria sarà tornato nella via aerea.

Lo starnuto inverso è doloroso per il cane?

No, non è doloroso, ma è sicuramente stressante per il tuo animale se l’evento si presenta di continuo.

Ma come dicevamo, se la condizione continua a ripetersi, diventa molto frequente o è molto prolungata meglio portare il cane dal veterinario.

Il gatto può soffrire di starnuto inverso?

Gli starnuti inversi non sono prerogativa dei proprietari di cani, ne soffrono infatti anche i gatti.

Quando si verifica lo starnuto inverso ha le stesse caratteristiche sia nel gatto che nel cane, ma nei felini è meno frequente.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Come distinguere la tosse cardiaca nei cani da quella non cardiaca?

Perché il mio cane continua a tossire? Cause e rimedi efficaci

Perché il cane tossisce come se avesse qualcosa in gola?

Perché il mio cane tossisce e vomita saliva? Cause e soluzioni

Nota dell’autore

Invito tutti i lettori a condividere la loro esperienza su questo argomento nella sezione dei commenti. 

Qualunque informazione che vorrete condividere su salute, carattere, prodotti e consigli sull’educazione o sulla dieta ci aiuteranno a creare una grande community di padroni che non solo amano i cani, ma che sanno anche come gestirli al meglio.

Dallo Staff di Khani.it

Se questo post ti è stato utile e vuoi saperne di più sulla cura, sul benessere e sull’educazione del cane saremo felici di aiutarti. Trova qui tante informazioni utili per capire al meglio il tuo amico del cuore.

Disclaimer

Le informazioni riportate nel nostro sito sono di carattere generale e non sostituiscono in alcun modo il parere del veterinario o di esperti di settore. Per qualunque dubbio rivolgiti sempre al veterinario.

Leave a Reply